Blog

Pubblicato il 18 aprile 2017 | di Silvio Biazzo

0

Le dolcezze ragusane conquistano il capoluogo lombardo

A primeggiare al Salone del Mobile è stata la Pasticceria Di Pasquale, che ha conquistato il pubblico durante l’appuntamento più glamour e più partecipato dell’anno per il design e la creatività italiana.
Dopo essere stata presente alla “Vendemmia” di Via Montenapoleone, e dopo aver presentato i suoi prodotti nell’esclusivo temporary shop allestito nel periodo natalizio presso il centralissimo e prestigioso Palazzo dei Giureconsulti, la Pasticceria Di Pasquale è tornata nel cuore pulsante della capitale economica del Paese, che ha anche visto l’affluenza dei molti ragusani presenti all’evento e dei numerosissimi avventori italiani e stranieri, che hanno manifestato il loro apprezzamento anche – ma non soltanto – facendosi ritrarre allo stand, a favore di camera e di social network.
Le arancine, i cannoli e l’ormai mitica Torta Savoia hanno conquistato il pubblico della rassegna milanese, confermando di avere tutte le carte in regola per un successo oltre i confini isolani come inconfondibili testimonials dello storico marchio ragusano.
Il bilancio della missione milanese è stato un trionfo di sicilianità, anche grazie alle collaborazioni con Rosso Cinabro e con il marchio Eppecciò, con le cui opere ed oggetti artistici è stato arredato lo spazio espositivo della Pasticceria Di Pasquale. I due marchi, esclusivi ed emergenti, sono interessanti attori della cultura siciliana, impegnati nel recupero dell’antica arte della decorazione dei carretti e del recuperare la memoria ed il fascino dei vecchi giochi da strada. I Maestri di Rosso Cinabro hanno saputo stregare persino Dolce & Gabbana, che hanno portato le loro decorazioni di famosi elettrodomestici al Salone del Mobile, per il secondo anno di fila. Eppecciò ha esposto i vecchi “tuppietti” della tradizione siciliana, le trottole con il filo, riprodotte in ceramica di Caltagirone.
Queste collaborazioni si inseriscono nel filone dell’iniziativa “Di Pasquale per la Cultura”, inaugurata con il Teatro Donnafugata che ha appena concluso la sua stagione teatrale, con una partecipazione di pubblico tanto grande da richiedere repliche fuori programma. Un progetto che intende sfruttare il sodalizio tra “Di Pasquale per la Cultura” e Teatro Donnafugata per promuovere la costituzione di un polo di aggregazione delle eccellenze culturali del territorio, anche a sostegno dell’imprenditoria creativa e della valorizzazione dei beni culturali iblei, curando l’organizzazione di eventi inediti per il territorio.

 

Tags:


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑