Blog

Pubblicato il 15 maggio 2017 | di Giuseppe Nativo

0

“Scicli: onomastica e toponomastica” il nuovo libro di Salvo Miccichè

Consulente informatico, fotoreporter e direttore editoriale del quotidiano on line Ondaiblea.it, con alle spalle un notevole corredo di pubblicazioni (dalla matematica alla poesia), con questa ulteriore ricerca Salvo Micciché vuole rendere un prezioso omaggio a questo lembo di Sicilia e, in particolare, alla sua Scicli.

A 26 anni di distanza da “Onomastica di Scicli” (Il Giornale di Scicli, 1991), l’autore propone un nuovo studio sull’etimologia e la storia dei cognomi e dei luoghi di Scicli (Xicli) che comprende le 550 voci onomastiche del precedente libro (ora sono 1100 i cognomi trattati) e aggiunge oltre 200 toponimi, con note storiche, archeologiche, araldiche, etimologiche e semantiche. Un apparato testuale di 600 note, una bibliografia ampliata e un indice analitico aiutano il Lettore a portare avanti la ricerca. Un prezioso Stemmario con 138 armi araldiche di Scicli impreziosisce l’opera (altri 150 blasoni sono descritti nel testo).

Nel libro sono inseriti contributi di Ignazio La China, Stefania Fornaro, Elio Militello, Paolo Militello, Pietro Militello, Giuseppe Nativo, Paolo Nifosì, Giuseppe Pitrolo. Completano l’opera i “Medaglioni” di Guglielmo Pitrolo. Alcuni stemmi araldici sono stati disegnati dagli alunni del prof. Carmelo Errera.

 

Tags: ,


Autore

Giuseppe Nativo

Pubblicista. Appassionato di storia locale. Nel 2004 ha pubblicato un libro sulla Inquisizione in Sicilia nel XVI secolo, con particolare riferimento alla Contea di Modica. Collabora a diverse testate cartacee e on line.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑