Attualità

Pubblicato il 12 febbraio 2018 | di Silvio Biazzo

0

Il neo Prefetto Cocuzza dal Commissario Piazza

Ancora una donna al vertice della Prefettura del capoluogo ibleo (la cosa naturalmente ha riscosso la nostra incondizionata “approvazione”, una testimonianza tangibile dei passi da gigante meritatamente compiuti in questi ultimi anni dal “gentil sesso”, ndr).

Ci riferiamo al nuovo rappresentante del Governo centrale in terra ragusana, il prefetto Filippina Cocuzza, che ha fatto visita l’altro giorno al Commissario straordinario dell’ “ex Provincia regionale” Salvatore Piazza. Durante il cordiale colloquio sono state affrontate le criticità che il Libero Consorzio Comunale di Ragusa è stato costretto ad affrontare per i pesanti ‘tagli’ nei trasferimenti regionali e statali che hanno ridotto di molto l’azione amministrativa ma senza penalizzare oltremodo i servizi essenziali e soprattutto riuscendo a chiudere ogni anno i bilanci.

Il neo prefetto di Ragusa si è detta convinta dell’utilità e opportunità degli enti intermedi come le ex Province ed ha auspicato che si proceda a definire in Sicilia il processo riformatore di questi Enti. Durante l’incontro sono stati affrontati le specificità di una Provincia laboriosa e fattiva che come ha sottolineato il prefetto Cocuzza ha “una sana classe imprenditoriale che ha saputo coniugare sviluppo e progresso nonostante la sua posizione marginale”.

Il commissario Piazza ha confermato al prefetto Cocuzza la più totale disponibilità alla collaborazione augurandole un proficuo lavoro al servizio della collettività iblea e si è detto certo di una sinergica azione tra le due Istituzioni. Presenti all’incontro il Segretario Generale Vittorio Scalogna, il Comandante della Polizia Provinciale Raffaele Falconieri e il Capo di Gabinetto Gianni Molè.
Al termine dell’incontro il Commissario Piazza ha omaggiato il nuovo prefetto con un mazzo di rose bianche.

Tags: , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑