Attualità

Pubblicato il 14 Gennaio 2014 | di Silvio Biazzo

La nuova “Piazza Poste” abbruttita dalla pavimentazione ammalorata

E’ ancora “neonata” ma è già …vecchia e decrepita, è la “nuova” pavimentazione di Piazza Matteotti (o piazza Poste). Ridotta a mal partito la pavimentazione, precisiamo, la nuova pavimentazione di Piazza Matteotti (o Piazza Poste che dir si voglia). E’ evidente in più parti lo stato precario di parecchie lastre che tappezzano il pavimento, molte delle quali sono frantumate in più punti.

Ci vien da chiedere come sia potuto accadere questo tenuto conto che la piazza è interdetta al traffico veicolare che avrebbe potuto causare con le ripetute sollecitazioni il suo sfaldamento. A nostro parere, da profani naturalmente, le cause potrebbero essere: o la pessima qualità delle lastre , o la pessima messa in opera o la fragilità delle stesse tenuto conto che sono spesse appena un centimetro. Sta di fatto che è penoso vedere come una pavimentazione “vecchia” di pochi mesi possa essere già ridotta in tale pietoso stato: escludiamo categoricamente che i danni possano essere stati causati dai pedoni, peraltro relativamente pochi, e ci chiediamo perché non si siamo utilizzate basole resistenti come quelle ad esempio di Piazza San Giovanni.

Ed ora cosa fare ? Sarebbe ottimale un pronto intervento …restaurativo anche se ci rendiamo conto che a farne le spese saranno le casse comunali, ma certamente non si può lasciare così la citata pavimentazione. E qualche maligno potrebbe aggiungere: perché non ci si è pensato prima, cioè prima della scelta del tipo di pietra o “marmo” da utilizzare per la “copertura” della piazza…domanda alla quale non siamo certamente in grado di dare risposta!


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR