Attualità

Pubblicato il 18 Gennaio 2014 | di Giuseppe Nativo

Dopo l’estate arriva la nuova banconota da 10 euro

 E’ nata. Già se ne parla tantissimo, ma il battesimo sarà tenuto dopo la prossima estate.

Si tratta della nuova banconota da 10 euro che presenta innovazioni nella veste grafica e passi avanti tecnologici volti ad offrire una maggiore protezione dalla contraffazione.

I nuovi biglietti, che come quelli della rinnovata versione del taglio da cinque euro avranno l’effigie della dea greca Europa da cui il vecchio continente prende il nome, saranno introdotti in maniera graduale al fine di consentire a tutti di adeguarsi e inizieranno a circolare a partire dal prossimo mese di settembre.

Per cercare di confondere il meno possibile l’ampia platea di utenza, la nuova banconota somiglia ai vecchi biglietti da 10 euro introdotti ormai dodici anni fa. Dalla veste iconografica si nota subito il richiamo all’architettura romanica, ma la tonalità del colore è rivolta verso sfumature del marrone, nell’insieme più calde. Ma la principale novità è un ologramma (trattamento delle immagini con sistema antifalsificazione) con il ritratto della dea Europa e una nuova filigrana.

Altra caratteristica è il numero verde smeraldo che, quando viene mosso, cambia colore passando al blu scuro. Inoltre, grazie a un rivestimento protettivo, il nuovo dieci euro si presenta più resistente nel tempo. Ciò riduce le sostituzioni e di conseguenza i costi e il connesso impatto ambientale.

Si è già messa in moto la macchina tecnico operativa impegnata a sostegno dell’adeguamento dei dispositivi di controllo dell’autenticità e delle apparecchiature per la selezione e accettazione delle banconote. Tra i tanti obiettivi da perseguire è quello di aggiornare in tempo utile i software che leggono e riconoscono i soldi evitando così i disagi che molti utenti hanno accusato lo scorso maggio con l’introduzione dei nuovi tagli da 5 euro. In quella occasione, infatti, non pochi distributori automatici presso i tabaccai, le pompe di benzina e le biglietterie hanno respinto la banconota da 5.

Una delle principali motivazioni alla base dell’introduzione della nuova serie è la volontà di permettere a chiunque utilizzi le banconote di continuare a farlo in totale sicurezza.

 

Tags: ,


Autore

Giuseppe Nativo

Pubblicista. Appassionato di storia locale. Nel 2004 ha pubblicato un libro sulla Inquisizione in Sicilia nel XVI secolo, con particolare riferimento alla Contea di Modica. Collabora a diverse testate cartacee e on line.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR