Attualità

Pubblicato il 12 Giugno 2014 | di Gian Piero Saladino

0

12 Giugno, Giornata Mondiale contro il lavoro minorile

Papa Francesco, mostrando ieri un volantino con la scritta  “Tutti insieme contro il lavoro minorile”, ha detto: “Decine di milioni di bambini sono costretti a lavorare in condizioni degradanti, esposti a schiavitù e abusi, maltrattamenti e discriminazione. Auspico vivamente che la comunità internazionale possa estendere la protezione sociale dei minori per debellare questa piaga. Rinnoviamo tutti il nostro impegno, in particolare le famiglie, per garantire a ogni bambino e bambina la salvaguardia della sua dignità e la possibilità di una crescita sana. Una fanciullezza di speranza permette ai bambini di guardare con fiducia alla vita e al futuro”.
Vorremmo non dimenticare che, anche nella nostra civile Europa, e nella nostra cattolica Italia, il problema esiste ed è nuovamente in espansione. Vorremmo riflettere sulle parole del Papa, poichè una fede autentica non richiede solo una conoscenza della dottrina sociale della Chiesa, ma richiede una consapevolezza culturale, una sensibilità umana e una coscienza morale cristianamente ispirata, che devono fondare anche la speranza e l’impegno per un mondo del lavoro più giusto, specie con i più giovani.
PER APPROFONDIRE:

 

Tags:


Autore

Gian Piero Saladino

(1961) Responsabile della Formazione e Comunicazione di Sicindustria Ragusa e Direttore della Scuola "F. Stagno D'Alcontres" di Modica (sede di un Corso di laurea in Scienze del Servizio Sociale e di un Corso di perfezionamento per “Manager del Terzo Settore”), è anche Presidente dell’AVIS provinciale di Ragusa. Già Dirigente della Comunicazione Istituzionale del Comune di Ragusa e, per 9 anni, Direttore dell’Ufficio per le Comunicazioni Sociali della Diocesi di Ragusa, ha fatto parte del Consiglio Nazionale dell'A.I.F. - Associazione Italiana Formatori ed è stato Presidente del MEIC diocesano di Ragusa. Scrive articoli e piccoli saggi di argomento sociale, politico, economico e religioso per varie testate giornalistiche locali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑