Vita Cristiana

Pubblicato il 19 Ottobre 2015 | di Mario Cascone

La continuità nella successione apostolica

La nostra Diocesi attende l’arrivo del nuovo vescovo, monsignor Carmelo Cuttitta, mentre si accinge a salutare monsignor Paolo Urso, che per quasi quattordici anni  è stato nostro Pastore.

L’avvicendamento del vescovo si pone, sul piano ecclesiologico, nella continuità della successione apostolica, che garantisce alla nostra Chiesa particolare la fedeltà al Vangelo trasmesso da Pietro e dagli altri apostoli. Successore degli apostoli, il vescovo è nella Chiesa padre, maestro e pastore, chiamato a guidare il popolo di Dio nella verità che è Cristo, assicurando a tutti noi che siamo sulla strada giusta per ottenere la salvezza eterna. In questa stessa luce il vescovo dispensa la grazia sacramentale, in stretta sinergia con i presbiteri, suoi indispensabili collaboratori.

Questa consapevolezza ci fa dire che cambiano i vescovi, ma rimane la Chiesa, che in ogni singola Diocesi si esprime come vera Chiesa del Nuovo Testamento, vivendo in comunione col proprio vescovo. San Cipriano perciò poteva affermare: “La Chiesa è nel vescovo”.

Certamente in questo momento esprimiamo tanta gratitudine al vescovo Paolo Urso per la sapienza e l’amore con cui ci ha guidato in questi anni. La legge canonica gli impone, al compimento dei 75 anni, di passare la mano ad un altro Pastore. Ma la storia di questa nostra Chiesa rimane certamente segnata dal suo fecondo ministero, che ci ha visto affrontare insieme, in questi anni, numerose “sfide” e centrare, con l’aiuto del Signore, tanti obiettivi pastorali. Monsignor Urso lascia al suo successore una Chiesa bella, vivace, dinamica, disponibile a continuare il cammino intrapreso in questi anni, nella logica della comunione e del servizio.

Monsignor Cuttitta non potrà che proseguire sulla scia tracciata dal suo predecessore, avendo consapevolezza di essere un vescovo giovane (53 anni) per una Chiesa giovane (65 anni di vita). Lo attendiamo come colui che è stato mandato dal Successore di Pietro a confermarci nella fede, a guidarci nell’amore e nella verità, ad arricchirci con la sua sapienza di Pastore. Fin da ora preghiamo per lui, affinché possa svolgere in mezzo a noi un fecondo ministero, nella docile sottomissione alle indicazioni dello Spirito Santo.

Tags: , ,


Autore

Mario Cascone

Sacerdote dal 1981, attualmente Parroco della Chiesa S. Cuore di Gesù a Vittoria, docente di Teologia Morale allo studio Teologico "San Paolo" di Catania e all'Istituto Teologico Ibleo "S. Giovanni Battista" di Ragusa, autore di numerose pubblicazioni e direttore responsabile di "insieme".



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR