Cultura

Pubblicato il 24 Novembre 2015 | di Silvio Biazzo

Lo scultore Alfio Nicolosi dona una statua alla città

C’era anche il vescovo Paolo Urso : presso i Giardini Iblei, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, si è svolta la cerimonia di scopertura dell’opera “I titanici” del 2008, donata al Comune di Ragusa dal maestro Alfio Nicolosi, nativo di Zafferana Etnea, ma ragusano d’adozione. Dopo “Giano bifronte”, altra scultura donata al Comune di Ragusa e collocata presso il porto turistico di Marina di Ragusa, un’altra opera in pietra di Nicolosi “impreziosisce un nostro gioiello architettonico, come i Giardini Iblei”, ha commentato il sindaco Piccitto ringraziando l’artista per la sua sensibilità e per il dono fatto alla città.

Lo scultore, ringraziando gli intervenuti, ha espresso la sua emozione sottolineando come queste esperienze abbiano la capacità di imprimere spinta vitale al proprio percorso di uomo e d’artista.

La scultura, allocata lungo il viale di confine con la parte nuova dei Giardini Iblei e che ha per sfondo la pietra degli antichi resti del convento di S. Domenico, è posta su un supporto dotato di un punto luce che nelle ore serali illuminerà l’opera rendendola ancora più suggestiva.


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑