Società

Pubblicato il 27 Novembre 2015 | di Redazione

0

L’Unione Europea torna a scuola

foto 2 (1)È stata realizzata al Liceo Scientifico di Ragusa, in un’aula magna affollata di studenti particolarmente attenti e motivati delle IV e V classi, l’iniziativa “L’UE torna a scuola”, organizzata dalla Commissione Europea già nell’ambito del Semestre di Presidenza italiana all’Unione Europea, e voluta fortemente dal Consiglio d’Istituto del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Ragusa.

Un alto funzionario della Commissione Europea, Dr. PierPaolo Tona, ha così presentato il lavoro che svolge presso l’UE, dando un volto alle istituzioni europee che sono percepite sempre più distanti dai cittadini, e offrendo gratuitamente ai ragazzi la possibilità di conoscere meglio le opportunità dell’UE per i giovani, in particolare le possibilità di studio e di lavoro.

Il Liceo Fermi si è così trovato in buona compagnia con altre 257 scuole, che nel 2014 hanno accolto 263 funzionari italiani delle istituzioni europee coinvolgendo 18.000 studenti, e che sono ulteriormente aumentate grazie alla riproposizione, nel 2015, del programma avviato l’anno scorso dalla presidenza italiana dell’Unione.

“Il Dr. Piero Paolo Tona – ha dichiarato nella sua introduzione il Presidente del Consiglio d’Istituto, Dr. Gian Piero Saladino – è Project Officer presso INEA (Agenzia Esecutiva per l’Innovazione e i Trasporti), e partendo da Ragusa, sua provincia natale, ha meritoriamente costruito la sua carriera nell’ambito delle istituzioni europee, a Bruxelles, fino a ricoprire oggi il ruolo di valutatore delle domande di finanziamento e di supervisore di progetti sulle infrastrutture e i trasporti nell’unione europea”.

“Egli – ha proseguito il Presidente – è un esempio di come, da una “provincia periferica dell’impero”, si possa – studiando seriamente, girando l’Europa per apprendere le lingue, aprendosi al pluralismo culturale del continente e lavorando sodo e con passione – raggiungere livelli professionali interessanti e di rilievo, oggi accessibili da tutti i percorsi di laurea, grazie anche ai programmi di studio europei come l’Erasmus, che possono aiutare anche i giovani ragusani che credono nella prospettiva europea”.

“Nell’ambito delle attività di orientamento alla scelta post-diploma, il Consiglio d’Istituto – ha concluso – svilupperà la sua iniziativa per dare ai giovani liceali, di concerto con il corpo docente, ulteriori occasioni di apprendimento e positiva considerazione delle opportunità civili e professionali offerte dall’Unione Europea”, mentre il Dr. Tona – anche perché legato affettivamente al popolo della sua terra d’origine – ha assicurato la sua disponibilità personale, e non solo istituzionale, a interloquire ancora con la Scuola e i suoi studenti per riscontrare ogni esigenza di informazione e di orientamento che dovesse in futuro maturare.

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑