Vita Cristiana

Pubblicato il 21 Dicembre 2015 | di Silvio Biazzo

Mons. Cuttitta incontra i gruppi laicali alla S. Giuseppe Artigiano

L’accoglienza è stata calorosa e densa di affetto, il salone parrocchiale ha contenuto a stento la moltitudine dei rappresentanti dei gruppi laicali presenti in diocesi che hanno accolto in massa l’invito del nostro nuovo vescovo Mons. Carmelo Cuttitta che aveva espresso il desiderio di incontrali: un evento importante per la comunità della S. Giuseppe Artigiano che sarà ricordato per gran tempo.

L’apertura dell’incontro è stata curata dal parroco don Salvatore Cannata che ha invitato i presenti prima dell’inizio dell’intervento del vescovo a recitare insieme il Salmo 85 “Preghiera per la pace e la giustizia”. Poi ci si è soffermati sul Trattato “ L’unità della Chiesa” di San Cipriano di Cartagine, ed il tema della pace e della giustizia è stato anche il filo conduttore delle parole rivolte all’attenta assemblea da mons. Cuttitta: “ Una è la Chiesa mentre si estende al largo abbracciando una gran moltitudine per la sua crescente fecondità. In pratica è come il sole, che ha molti raggi ma una sola è la sorgente luminosa, come l’albero che ha molti rami ma uno solo è il tronco che si innalza su una radice solida….La chiesa del Signore diffonde la luce dei suoi raggi per tutto il mondo, tuttavia una sola è la luce che sparge ovunque e non si divide l’unità del corpo…Espande i suoi rami frondosi per l’intero Creato e riversa in ogni direzione le sue acque in piena”. Il parlare del vescovo è stato chiaro e oltremodo dotto , naturalmente apprezzato appieno da tutta la platea.

E cogliamo l’occasione per citare un momento saliente dell’inizio dell’episcopato di mons. Carmelo Cuttitta in terra iblea: ci riferiamo all’evento di sabato 12 dicembre per l’apertura della Porta della Misericordia, nella Cattedrale di San Giovanni Battista di Ragusa. Per l’occasione S.E. Mons. Carmelo Cuttitta si è così espresso:

“Carissimi fratelli e sorelle,
Papa Francesco ha stabilito che, oltre alle porte che si aprono nelle basiliche romane, in ogni Chiesa particolare, nella Cattedrale, che è la Chiesa Madre di tutti i fedeli, si apra per tutto l’Anno Santo una uguale Porta della Misericordia. IMG_20151217_170120In comunione con tutta la Chiesa sparsa nel mondo celebreremo con gioia ed esultanza il Giubileo Straordinario attingendo a piene mani alla Misericordia di Dio.
Anche nella nostra Chiesa Cattedrale abbiamo aperto la Porta della Misericordia, attraverso la quale passeremo per un intero anno, per ottenere grazia e misericordia dal Signore e per beneficiare tutti del perdono e del rinnovamento spirituale.
Invito tutti in questo anno ad aprire il cuore al Signore che ci viene incontro con il suo amore misericordioso, per sollevarci dalla nostra povertà e miseria e donarci la grazia e pienezza di amore.”

Da sottolineare che per l’occasione il nostro grande pittore Franco Cilia ha donato alla Basilica Cattedrale una struggente sua opera, un Cristo in Croce, che è stata collocata sopra la porta di accesso alla Porta della Misericordia all’interno della chiesa.

Tags: , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna Su ↑