Società

Pubblicato il 2 maggio 2017 | di Simona Brugoletta

0

UNA BARCA DI GIOCATTOLI 2017

Lodevole l’iniziativa promossa dalla Polizia di Stato di Ragusa in collaborazione con  la Croce Rossa Italiana a favore dei piccoli migranti che giungono nella nostra provincia.  Un progetto nato nel 2014 che avendo avuto inaspettati riscontri, merita di essere ripetuto. Il nome del progetto esprime chiaramente l’obiettivo da raggiungere. Infatti si invita i cittadini iblei a fare delle donazioni in giocattoli per questi bimbi più sfortunati dei nostri che sbarcando nelle nostre coste sono spesso soli, provati dal lungo ed estenuante viaggio e senza nulla al seguito, in quanto costretti a lasciare tutto sulle coste africane. Ci sono bimbi che allo sbarco si vedono giocare con il berretto di un Poliziotto ed altri che si gratificano con un guanto in lattice gonfiato come un palloncino da un Volontario della Croce Rossa Italiana.
Tutti sanno quanto sia emozionante incrociare gli occhi di questi bambini e vederli risorridere, ossia “un ritorno al sorriso” per dimenticare di aver rischiato la vita per sfuggire alla miseria. Questo è lo spirito del progetto.

Ci saranno più giorni dedicati e più punti di raccolta. E’ possibile portare giocattoli nuovi ed usati tutti i giorni dalle 17.30 alle 20.30, dal 26 Aprile fino al 7 maggio 2017 presso:

  • Questura di Ragusa
    Via Isp. G. Lizzio, 1
    Telefono: 0932/673694
    • Commissariato di Comiso Commissariato Comiso
    Via Pietro Micca n.99
    Telefono: 0932749011
    • Commissariato di Modica
    Via del Campo Sportivo n.48
    Telefono: 0932769211
    • Commissariato di Vittoria Commissariato Vittoria
    Via Emanuela Loi, 40
    Telefono: 0932997411

Tutti questi giocattoli andranno a riempire i container situati al Porto di Pozzallo e poi saranno distribuiti a tutti i bambini migranti che giungeranno nelle nostre coste. Non dimentichiamo che in questi viaggi della speranza sono centinaia di bambini, che corrono in maniera inconsapevole gli stessi rischi degli adulti, molti dei quali non ce la fanno e vengono inghiottiti dal mare. Bambini dagli occhi carichi di paura e smarrimento, ma anche di tanta speranza. Dunque, noi cittadini dall’animo nobile e sensibile aiutiamo questi piccoli migranti e insegniamo ai nostri figli ad essere generosi verso il prossimo regalando giocattoli che possibilmente riempiono soffitte o stanzette-negozi  dove  trovi ogni tipo di giochi accantonati nelle ceste. I nostri figli  hanno troppi giochi e loro non ne hanno per niente…..

Tags:


Autore

Simona Brugoletta

Sono nata a Ragusa, il 2 Luglio 1976, ho conseguito il diploma di perito commerciale all'Istituto "F. Besta" di Ragusa e poi la laurea in Scienze Politiche indirizzo internazionale presso l'Università degli Studi di Catania. Sono appassionata di diritto e dedita al volontariato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑