Vita Cristiana

Pubblicato il 3 novembre 2017 | di Redazione

0

La devozione alla Madonna del Rosario

Bel primo traguardo, 25 anni, ha raggiunto la festa esterna della Madonna del Rosario a Ragusa, organizzata dalla comunità parrocchiale del SS. Ecce Homo. Una manifestazione religiosa recente, ma in realtà “figlia” di una sentita e antica devozione che risale già prima della costruzione stessa del sacro tempio. Fortemente richiesta dai moltissimi parrocchiani, l’allora parroco don Carmelo Leggio ottenne dal vescovo monsignor Angelo Rizzo l’autorizzazione a portare in processione il venerato e antico simulacro della Madonna del Rosario. Fu così che dal 1992 la festa è stata sempre un crescendo di iniziative religiose, caritative, culturali, sportive e folkloristiche di richiamo per tutta la città.

Moltissimi i fedeli che hanno seguito gli eventi religiosi previsti dal 29 settembre all’8 ottobre 2017, non sono mancati anche i gesti di carità. Graditi e piacevoli sono stati i diversi appuntamenti ricreativi, anche gli eventi culturali hanno avuto il loro occhio di riguardo. Infine grande successo per le iniziative folkloristiche che hanno voluto arricchire e abbellire le giornate di festa.

«È stata, forse, la festa più partecipata degli ultimi anni», così si sono espressi i tanti fedeli e visitatori convenuti da ogni parte della città, un traguardo raggiunto sicuramente grazie allo sforzo del comitato e alla generosità dei fedeli, dell’amministrazione comunale e dei tanti commercianti e aziende ragusane che hanno contribuito alla realizzazione e alla buona riuscita della festa. Ma certamente il merito va alla devozione coinvolgente degli “Acciumari”. Questo loro intenso legame con la Vergine Santissima del Rosario, allora, possa essere vissuto da tutti «con gioia e gratitudine – ha affermato il parroco Battaglia – lasciandoci orientare da Maria nell’essere discepoli missionari di Gesù».

Paolo Antoci

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑