Cultura

Pubblicato il 30 maggio 2018 | di Saro Distefano

0

Il primo mercoledì del mese in libreria è l’ora della lettura

Si incontrano ogni primo mercoledì del mese. Creano un cerchio nel soppalco della libreria Flaccavento, tra le più antiche della città, in pieno centro storico. E discutono, sovente leggendo passi più o meno lunghi, di un libro, uno solo, che loro stessi avevano scelto il mese prima sulla scia di un argomento di interesse comune.

Si chiama “L’ora dei libri” e da un paio d’anni riunisce un gruppo, prima sparuto e adesso sempre più folto, di appassionati lettori. L’idea è Irene Rimmaudo (la segretaria organizzatrice di “A tutto Volume”, festival letterario giunto alla nona edizione e ormai noto in tutta Italia) e di Daniela Lalicata, che della libreria Flaccavento è la giovanissima proprietaria (suo padre, indimenticato libraio scomparso troppo presto, la gestiva sin da quand’era un ragazzo, negli anni sessanta).

«In effetti una idea per nulla originale – si schermisce Daniela – perché i gruppi di lettura sono da sempre presenti in tante città italiane e straniere. Probabilmente è una novità per Ragusa ma, in ogni caso, non è una questione di primogeniture. A noi piace riunirci e parlare di libri. E siamo anche molti, molto più di quanto io stesso potessi immaginare. I nostri incontri – spiega la libraia – sono diventati prima di tutto riunioni tra amici. E poi interviene la comune passione per i libri. Il tutto diventa una miscela bellissima per trascorrere pomeriggi molto gradevoli».

«Naturalmente la frequenza è libera e gratuita – spiega la professoressa Gaudenzia Flaccavento, che partecipa all’organizzazione del gruppo con Irene, Daniela e Antonella Mirabile – e serve anche per scambiarsi consigli di lettura, informazioni e appuntamenti legati alla letteratura in genere. La parte più interessante, oltre che divertente, è la scelta del libro del mese. Sulla base di un argomento e di un genere scelto dagli amministratori del gruppo, ogni membro propone, durante la riunione, un titolo di suo gradimento. Il libro da leggere – conclude la Flaccavento – viene sorteggiato tra i vari proposti, e la regola impone che non deve superare le trecento pagine, tranne che in estate, quando si ha più tempo per leggere e sono pertanto accolte eventuali eccezioni».

Al gruppo appartengono al momento oltre duecento appassionati. Non tutti vanno alle riunioni. Ma nel soppalco della Flaccavento non sono mai meno di venti, anche trenta presenti. Un ottima maniera per passare utilmente il tempo in società, condividendo una passione sana e appagante.

Tags: , , ,


Autore

Saro Distefano

Nato a Ragusa nel 1964 è giornalista pubblicista dal 1990. Collabora con diverse testate giornalistiche, della carta stampata quotidiana e periodica, online e televisive, occupandosi principalmente di cultura e costume. Laureato in Scienze Politiche indirizzo storico, tiene numerose conferenze intorno al territorio ibleo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑