Attualità

Pubblicato il 10 ottobre 2018 | di Silvio Biazzo

0

La bretella dalla 514 all’aeroporto è una realtà

La ‘bretella’ di collegamento dalla S.S. 514 Ragusa-Catania all’aeroporto di Comiso è una realtà: è stata inaugurata e subito aperta. Ci sono voluti 18 mesi per realizzarla ed è la prima opera pubblica che ‘apre’ i collegamenti stradali a supporto dell’aeroporto di Comiso. La spesa è stata di 4 milioni e 683 mila euro rispetto ad un appalto di 9 milioni e 201 mila euro.

Il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, accompagnato dall’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, è arrivato puntuale all’appuntamento fissato dal Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza, per inaugurare la ‘bretella’.

– Una riflessione personale, ripetendo la celeberrima frase di Martin Luther King “ I have a dream” , io ho un sogno: vedremo mai una simile scena all’inaugurazione del raddoppio della Ragusa-Catania? Siamo certi che non ci sarà mai un simile evento perché quella strada rimarrà solo un sogno in quanto non sarà mai realizzata! –

Ma ritorniamo alla cronaca su citata. Il governatore siciliano ha rimarcato il ruolo delle Province nella gestione di strade e scuole ribadendo la sua impostazione di una Regione che invece deve programmare e pianificare. Musumeci che si è complimentato per la realizzazione della nuova opera non ha mancato di sottolineare il ritardo col quale si realizzano le opere pubbliche in Sicilia auspicando un’accelerazione in tal senso.

Il Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, dopo aver dato il benvenuto al presidente della Regione siciliana, lo ha ringraziato per “aver deciso di dare testimonianza e vicinanza alla provincia di Ragusa presenziando all’apertura di due nuove opere pubbliche, strategiche per il territorio ibleo: la bretella di collegamento e l’impianto di compostaggio per la discarica di cava dei Modicani.

“La bretella – ha detto Piazza – è un’infrastruttura che apre il grande ventaglio dei collegamenti a sostegno dell’aeroporto e che è stata finanziata grazie ai fondi ex Insicem, finanziamenti assegnati a questo territorio a seguito della dismissione dell’ex Azasi.”

“È chiaro a tutti che oggi siamo più contenti e orgogliosi – ha aggiunto Piazza – perché quando si consegna una nuova opera pubblica al territorio significa che la Pubblica Amministrazione ancora funziona, è ancora in grado di rispondere alle istanze della comunità che amministra e governa.

La bretella di collegamento per l’aeroporto di Comiso non è una tappa di arrivo ma di partenza per completare tutti i collegamenti a supporto dello scalo di Comiso e del porto di Pozzallo.

Il prossimo 9 novembre vanno in gara il lotto 3 e 6 di questi collegamenti per 31,5 milioni di euro, e poi aspettiamo che altri finanziamenti potranno essere assegnati per completare tutto l’asse viario”.

Tags:


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑