Vita Cristiana

Pubblicato il 31 Gennaio 2019 | di Silvio Biazzo

San Biagio e la tradizione che si rinnova da secoli

E la devozione del Santo Patrono San Biagio a Comiso affonda le sue radici nella notte dei tempi. “La vita dei nostri santi è (come diceva San Francesco di Sales): “un pezzo di spartito evangelico eseguito da una orchestra capace”. Senza i santi difficilmente avremmo potuto capire il Vangelo; sarebbe rimasto “libro”, “carta”. I santi non sono solo i migliori esegeti della Sacra scrittura ma soprattutto i migliori “esecutori” di essa; con la loro vita ci mostrano che è possibile vivere la parola di Dio”. Questo il messaggio rivolto ai fedeli dal rettore di San Biagio, il sacerdote Innocenzo Mascali, in occasione dell’apertura dei solenni festeggiamenti in onore del patrono di Comiso . Un messaggio che ben si adatta a quelli che sono i riti programmati in questi giorni in occasione della festa liturgica che sarà celebrata nella rettoria intitolata al patrono. Si comincia giovedì 31 gennaio, con la celebrazione eucaristica delle 18. Venerdì 1 febbraio, invece, le sante messe sono in programma alle 9 e alle 18 mentre dalle 9,30 alle 17,30 è fissata l’adorazione eucaristica. Inoltre, sabato 2 febbraio, la prima santa messa è in programma la mattina alle 9. Nel pomeriggio, alle 17, si terrà la processione dalla chiesa Madre verso San Biagio. Quindi, alle 18 si terrà la seconda celebrazione eucaristica della giornata. “Il nostro amatissimo San Biagio – ha scritto il rettore, don Mascali – è venerato fin dall’antichità come uno dei 14 santi “ausiliatori”, il che significa che è stato tra i santi più venerati e popolari per ben oltre un millennio ed ancora oggi non solo nella nostra Comiso, ma in tutta la Chiesa, la devozione verso San Biagio è ben diffusa e radicata. La sintesi della sua fama è la Carità, così come è esaltata da San Paolo nella Prima lettera ai Corinzi. Chi ama secondo Dio “non cerca il proprio interesse, non tiene conto del male ricevuto, tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta”. San Biagio ci ricorda a nostra consolazione e incoraggiamento che questa Carità viene da Dio e non avrà mai fine”.

Tags:


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑