Attualità

Pubblicato il 4 Marzo 2019 | di Orazio Rizzo

Accoglienza e inclusione nel ricordo di Baden Powell

Il gruppo scout Vittoria 7 celebra la “Giornata del Pensiero”.

Una mattina speciale quella vissuta dai ragazzi e dai capi del gruppo Scout Vittoria 7 che si sono dati appuntamenti al “campetto di padre Santoro”, presso la parrocchia Spirito Santo – dove ha sede il gruppo – per ricordare il fondatore, Lord Robert Baden Powell e celebrare così la “Giornata del Pensiero”.

Il World Thinking Day, o solo Thinking Day, è celebrato ogni anno il 22 febbraio, da tutti gli Scout del mondo. È un giorno per stare insieme e per promuovere lo scoutismo ed il guidismo nel territorio. A Forcone la tematica trattata e proposta, è stata quella dell’accoglienza e della inclusione. Uno sguardo a chi soffre e a chi ha bisogno di un aiuto materiale e concreto. La volontà (e la voglia) di costruire ponti e non muri !

Con questo spirito i ragazzi si sono ritrovati di buon mattino, coinvolgendo le classi di catechismo e tutto il quartiere, in una “caccia al tesoro” per le vie di Forcone, alla ricerca del “tesoro” ovvero alimenti da donare alla Casa di Accoglienza “Il Buon Samaritano” gestito dalla parrocchia.

Dopo la tradizionale cerimonia di apertura dell’Issa bandiera, le squadre si sono sparpagliate alla ricerca di quanti più alimenti possibili, suonando porta per porta e ricevendo una positiva risposta dalle tante famiglie contattate e da tutto il quartiere.

Alla Santa Messa celebrata dal parroco Don Beniamino Sacco, durante l’Offertorio, sono stati portati ben 12 cesti pieni di generi alimentari e di prima necessità raccolti durante la mattinata; la cerimonia dell’ Ammaina bandiera, dopo la funzione, ha  sancito la chiusura delle attività nell’entusiasmo generale dei ragazzi, delle loro famiglie e dei parrocchiani.

Una giornata scaldata dal sole ma soprattutto dalla consapevolezza d’aver fatto del bene e di “aver lasciato il mondo migliore di come lo abbiamo trovato” secondo la felice intuizione del fondatore Baden Powell.


Autore

Orazio Rizzo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑