Cultura

Pubblicato il 25 Marzo 2019 | di Redazione

Storie d’arte in terra iblea tra ‘700 e ‘800

In concomitanza con la mostra “Mater Dolorosa – L’iconografia dell’Addolorata nell’arte iblea”, il 28 marzo 2019, ore 18:00, presso il Museo della Cattedrale di Ragusa, Corso Italia, 87; un momento di dibattito che vuole essere un’indagine attorno alle pagine più inedite della storia dell’arte iblea tra Settecento e Ottocento.

Partendo dagli artisti le cui opere sono presenti in mostra, Simone Ventura, i fratelli Vaccaro, Gaetano Distefano, ci soffermeremo sulle dinamiche storico-artistiche che hanno interessato il nostro territorio riscoprendo (e in taluni casi scoprendo) alcuni dei capolavori che le nostre chiese ospitano.

La conferenza è a cura dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Ragusa diretto da don Giuseppe Antoci. I lavori saranno aperti da Fabrizio Occhipinti (Presidente ass. cult. S. Giovanni Battista – Ragusa), relazioneranno i prof. Giuseppe Cultrera (“Simone Ventura. Un pittore ibleo del ‘700”) e Giorgio Flaccavento (“Il XIX secolo e la pittura iblea: artisti, mode e maniere”). Coordina Stefano Vaccaro. L’appuntamento è per il 28 marzo 2019, ore 18:00, presso il Museo della Cattedrale di Ragusa, Corso Italia, 87.

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR