Vita Cristiana

Pubblicato il 29 Maggio 2019 | di Redazione

Fra’ Antonino eletto provinciale dei Frati minori di Sicilia

Fra’ Antonino Catalfamo è il nuovo ministro provinciale dei Frati Minori di Sicilia. Fra’ Antonino, da sei anni guardiano del convento di Santa Maria del Gesù di Chiaramonte Gulfi, rettore della chiesa omonima, è stato eletto al termine della liturgia di elezione del nuovo ministro provinciale. Nel capitolo in corso a Pergusa, sarà eletto il vicario provinciale e, nei giorni successivi, saranno scelti i definitori provinciali.

Prende il posto di fra’ Alberto Marangolo, che aveva ricoperto lo stesso incarico negli ultimi sei anni. Anche fra’ Alberto era stato, per alcuni anni, responsabile del convento di Chiaramonte Gulfi, lasciando un segno importante nella diocesi di Ragusa.

Fra’ Antonino Catalfamo, messinese, è molto giovane, appena 42 anni, è stato eletto il 28 maggio 2019, nella celebrazione del 25. Capitolo Provinciale.

Fra’ Antonino ha emesso la professione temporanea il 17 settembre 2001 a Palermo e la professione solenne il 23 Aprile 2006 a Messina. È ordinato diacono il 25 giugno 2007 a Palermo e presbitero il 24 Agosto 2008 a Gangi (Pa). 

Ha ricoperto i seguenti incarichi: dal 2005 al 2008 a Gangi (Pa), dal 2008 al 2009 a Favara (Ag) come economo e vice animatore vocazionale, dal 2009 al 2010 a Palermo (convento La Gancia) come animatore vocazionale (fino ad oggi) ed economo, dal 2010 al 2011 a Siracusa, dal 2011 è a Chiaramonte Gulfi (Rg) come guardiano, incarico che ha ricoperto fino al 28 maggio, data dell’elezione al nuovo incarico.

Inoltre, dal 2010 al 2013 è coordinatore nazionale della pastorale vocazionale, dal 2013 al 2016 è definitore provinciale, dal 2016 ad oggi è moderatore per la formazione permanente.

Francesca Cabibbo

Tags: , , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑