Cultura

Pubblicato il 3 Ottobre 2019 | di Redazione

Ragusa, da Capoluogo al secondo dopoguerra

Il saggio storico di Giuseppe Tumino, Ragusa, da capoluogo di provincia ai primi anni del secondo dopoguerra 1927-1945″, verrà presentato venerdì 4 ottobre alle 19:00 presso il Centro Servizi Culturali E.Schembari.
L’incontro, organizzato da “Le Fate“, Liberia Ubik e dal Centro Servizi Culturali E.Schembari; sarà condotto da Saro Distefano, che dialogando con l’autore Giuseppe Tumino, ricostruirà la storia di una Ragusa dei primi anni del Novecento fino al secondo dopoguerra. Quasi un ventennio di storia, raccontata in modo inedito per ripercorre insieme l’evoluzione del capoluogo ibleo.

«Questo lavoro – spiega l’autore – vuole essere la continuazione della tesi di Bruno F. Bellia “L’affermarsi del Fascismo in provincia di Ragusa 1919 – 1925″, scritta negli anni ‘70; e inizia dal 1° gennaio 1927, anno in cui Ragusa cominciò a svolgere le sue funzioni di Capoluogo di Provincia, elevata a tale dignità il 6 dicembre 1926 dal Consiglio dei ministri su proposta del Duce e per interessamento di S. E. Filippo Pennavaria, per concludersi nel 1945, offrendo antefatti e rivelazioni storiche da molti dimenticati o addirittura non conosciuti”.

L’appuntamento si svolgerà venerdì 4 ottobre. alle 19:00, presso il Centro Servizi Culturali E.Schembari situato in via A.Diaz 56 a Ragusa.

Tags: , , , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Scarica le edizioni cartacee

  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR