Attualità

Pubblicato il 2 Dicembre 2019 | di Silvio Biazzo

0

Un’opera d’arte a ricordo dei due poliziotti assassinati a Trieste

Presso la sede della Questura di Ragusa, si è svolta la cerimonia di intitolazione di una opera scultorea alla memoria di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, rispettivamente Agente Scelto e Agente della Polizia di Stato, barbaramente uccisi il 4 ottobre scorso a Trieste.

Il momento commemorativo è stato preceduto dalla proiezione di un video realizzato dalla Polizia Scientifica in ricordo dei colleghi caduti , al termine il Questore, dr.ssa Pinuccia Albertina Agnello, si è soffermata ad esternare il dolore per la perdita dei due Agenti della Polizia e di come tale infausto evento abbia suscitato sentimenti di vicinanza in tutte le componenti Istituzionali e di cittadini. La scultura, intitolata “Figli delle stelle”, è stata donata dal maestro Alfio Nicolosi. Il Questore ha ringraziato lo scultore per la sensibilità del gesto, testimonianza tangibile della vicinanza alla Polizia di Stato ed alle Forze dell’Ordine. I presenti si sono poi recati nei pressi dell’ingresso della Questura per la scopertura dell’opera, nella quale l’esecutore ha saputo cogliere e valorizzare le “semplici” peculiarità della materia impiegata, mettendo in risalto le forme cromatiche e le venature cangianti, raffigurando due volti avvinti in un abbraccio senza fine.

A conclusione dell’iniziativa tutte le autorità intervenute, civili, militari e religiose, nonché lo stesso autore dell’opera che ha presenziato alla cerimonia, si sono raccolte in un momento di preghiera officiato dal Vescovo Monsignor Carmelo Cuttitta e dal Cappellano della Polizia di Stato, Padre Giuseppe Ramondazzo.

Tags: , , , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑