Vita Cristiana

Pubblicato il 4 Maggio 2020 | di Redazione

Il vescovo aggiorna il decreto sulla celebrazione delle esequie

Il vescovo di Ragusa, monsignor Carmelo Cuttitta, con un proprio decreto, ha aggiornato le disposizioni per la celebrazione dei funerali nelle chiese parrocchiali adeguandole alla precisazione del Ministero dellInterno e alla Nota complementare e alla precisazione del segretario della Cei dello scorso 2 maggio. In particolare, non è più fatto obbligo ai celebranti di rilevare la temperatura dei partecipanti con il termoscanner al momento dellaccesso in chiesa. Restano «tassative e inderogabili» tutte le altre disposizioni. Tra queste la partecipazione al rito dei soli congiunti, sino a un massimo consentito di 15 persone; il trasporto direttamente in chiesa del feretro senza cortei o assembramenti; la regolare sanificazione, igienizzazione e aerazione della chiesa; linformazione ai fedeli sulle norme di sicurezza. Il vescovo invita, inoltre, a prendere in considerazione, laddove sia possibile, la celebrazione delle esequie allaperto in spazi contigui alla chiesa. Saranno da evitare contatti fisici, come ad esempio al momento dello scambio della pace. La Comunione sarà distribuita dal celebrante o da un diacono ai posti dove i fedeli assistono al rito. Il sacerdote, al momento della distribuzione della Comunione dovrà indossare una mascherina e aver disinfettato le mani. Tutti i partecipanti al rito dovranno indossare le mascherine e mantenere le distanze minime di sicurezza.

Si allega il decreto del vescovo.

Ragusa, 04 maggio 2020

Tags: , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR