Comiso

Pubblicato il 18 Maggio 2020 | di Silvio Biazzo

Messa dell’Addolorata presieduta dal Vescovo

La festa di Maria Santissima Addolorata a Comiso ha toccato la fase clou dopo che sono proseguite , nonostante la mancanza di fedeli e devoti, le celebrazioni in chiesa Madre. In tanti hanno seguito i riti, tenuti a porte chiuse, utilizzando gli strumenti offerti dalle nuove tecnologie, in particolare la diretta streaming attraverso Facebook o Radio Karis in blu. Sono stati assai numerosi i contatti che quotidianamente si sono registrati a ulteriore conferma, se ce ne fosse di bisogno, della grande attenzione che i comisani, e non solo loro, riversano da sempre nei confronti della Vergine madre. Tra i riti preparatori da citare venerdì scorso alle 19, la celebrazione eucaristica presieduta da don Roberto Asta, vicario generale della diocesi di Ragusa, di origini comisane. Sabato, vigilia della festa, è stato il parroco, don Innocenzo Mascali, a presiedere la celebrazione eucaristica.

Inutile ricordare il grande significato che ricopre la giornata di sabato per i devoti e quanto, negli anni scorsi, a cominciare dalla pioggia di petali di rose che fa da cornice unica alla svelata, questi appuntamenti abbiano visto una partecipazione straordinaria di persone. Domenica 17 maggio, terza domenica del mese, si è svolta in un tono particolare la tradizionale festa. Naturalmente, nessuna processione ma, comunque, idealmente tutti si sono sentiti uniti nei momenti più significativi della giornata, a cominciare dal canto dell’inno – fino allo scorso anno – da parte del coro di voci bianche della parrocchia in una piazza Fonte Diana gremita di persone. Domenica, però, alle 11, c’è stata la celebrazione eucaristica con la presenza del vescovo di Ragusa, mons. Carmelo Cuttitta, che ha presieduto il rito. Alle 18, poi, un altro dei momenti più attesi e ricchi di maggiore significato dal punto di vista spirituale: infatti, si è recitato l’atto di affidamento della città di Comiso a Maria Santissima Addolorata. Grande successo, inoltre, hanno registrato le iniziative promosse dal comitato, tra cui l’Addolorata Photo Contest, un contest fotografico online sul tema: “Folklore, devozione e tradizioni della festa di Maria Santissima Addolorata a Comiso”. Notevole partecipazione pure per l’altro contest rivolto agli studenti delle scuole cittadine che hanno fatto pervenire al comitato dei festeggiamenti un loro disegno, avente per soggetto l’Addolorata a Comiso. In entrambi i casi sono stati predisposti degli album fotografici sui social. ( le foto si riferiscono alla festa dello scorso anno )

Tags: ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR