Cultura

Pubblicato il 4 Novembre 2021 | di Redazione

L’opera prima di Vincenzo La Monica ispirato dall’arte di Franco Battiato

«La scomparsa misteriosa e unica di Franco Battiato» è un romanzo che custodisce stupori, anima memorie e celebra lungo le rotte diagonali della fantasia il genio e l’arte di Franco Battiato. Un progetto editoriale che rappresenta l’opera prima di Vincenzo La Monica, da Ragusa e Giuseppe Piccinno, da Lecce. A quattro mani e molti più numerosi talenti letterari, i due hanno dato forma a un testo unico nel suo genere.

«Il libro – spiegano gli autori – nasce nella primavera del 2019, quando entrambi venivamo da trenta anni di amore, non sapremmo dire quanto corrisposto, per Franco Battiato. Lui per noi era stato un idolo, una spiaggia solitaria, un atlante, un’astronave, un centro di gravità permanente e poi piano piano uno zio, il profumo di un fiore, un ricordo a cui guardare con affettuoso distacco. Sì perché anche lui, ad un certo punto, ha cominciato ad invecchiare in maniera sempre più irrimediabile e precipitosa».

Da ciò una assenza dalle scene che ha fatto molto discutere, fino all’esito finale della vita dell’artista siciliano.

«Eravamo fuori età per metter su una boy band – scherzano Vincenzo e Giuseppe – non ci sappiamo fare con la macchina da presa e siamo un disastro con tele e pennelli. Meglio la penna. Ma la bibliografia su Franco Battiato occupava già un paio di scaffali delle nostre biblioteche. Che cosa si poteva aggiungere di nuovo su una carriera così indagata e osannata? Un gesto che dicesse qualcosa di lui, ma anche di noi, di quella parte di noi che gli doveva qualcosa. Ma sì, certo: una storia inventata! Insomma un romanzo».

Ma di cosa parla questo romanzo? Nella sinossi si legge: «Autunno 2019. Da oltre due anni Franco Battiato è sparito dalle scene. Federico Falco, un giornalista che ne ama il percorso artistico e umano, si incarica di scoprire cosa è accaduto al musicista, sospettando che sia scomparso come quei suoi conterranei che si coltivarono il vizio siciliano dell’assenza. Federico scoprirà recandosi in Sicilia che la villa di Battiato è disabitata, forse venduta. Del musicista restano una musicassetta, una lista autografa col titolo di 10 brani inediti e il gilet che aveva indosso all’ultimo concerto. Tra l’Etna e la costa del ragusano, saranno 4 donne a insegnargli come cercare i segreti dentro i dettagli dimenticati».

«Nelle nostre intenzioni – sottolineano gli autori – il romanzo doveva avere per protagonista, seppure in absentia, Franco Battiato. E doveva aiutare il lettore, divertendolo, a trovare il Vero dentro al Falso. O se preferite, il cuore nella fantasia. Di certo, all’inizio del nostro lavoro di scrittura non sapevamo che la scomparsa di Franco Battiato, da metaforica ed artistica, a libro ormai ultimato, si sarebbe prestissimo fatta reale e definitiva».

Il libro è edito da “La Vela” ed inaugura la collana “La Vela pop” voluta da David Nieri che della casa editrice è il fondatore e curatore.


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR