Vita Cristiana

Pubblicato il 8 Aprile 2024 | di Enrico Giordano

0

Nella storia, in politica, cercando sempre il bene comune

«La Chiesa e il mondo: non sono due cerchi separati, ma concentrici»: con questa immagine ha esordito il professor Marco Vergottini, docente della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, nella sua prolusione al seminario di studi organizzato dal Percorso di formazione alla vita cristiana (Pfvc) e dalla Consulta diocesana delle aggregazioni laicali (Cdal) il 5 aprile a Ragusa e replicata il giorno successivo a Vittoria dal titolo impegnativo “La responsabilità dei laico cristiano nella società di oggi”; seminario in quanto nato per gli studenti della Pfvc disseminati nelle classi presenti in diverse località della Diocesi, ma su un tema per nulla accademico, anzi: la questione di fondo della vita di ogni laico, da qui l’apertura a tutte le aggregazioni, ma anche ai cattolici non “organizzati”.

   Il tema è antico, ma rilanciato dal Concilio Vaticano II: i laici vivono nel mondo, ma non gli appartengono quindi la prima testimonianza sarà la loro vita, ancor prima di annunciare la Buona Novella. Da qui l’invito a non svolgere solo servizi ecclesiali o nell’ambito sociale o culturale, ma anche «accettino l’impegno politico come servizio esclusivamente a vantaggio del bene comune» ed è stato questo l’aspetto su cui il relatore ha soffermato la propria attenzione dettando tre criteri-guida.

  Il primo definibile “ispirazione”: raccordo fra la verità della rivelazione divina e la prassi storica dei cristiani ovvero coniugare l’universalità della fede e la libertà in ordine a scelte storiche contingenti. Il secondo: considerare l’agire politico non come esercizio del potere, ma come una pratica che tenda al rispetto della vita umana, valorizzi la persona e le sue responsabilità, promuova solidarietà tra gruppi e verso gli ultimi, nonché salvaguardi la libertà democratica. Il terzo: individuare le priorità di azione e di bene in riferimento alle possibilità storiche effettive.

   Questa la lezione ed il professore ha dato anche i compiti per casa: sta a noi adesso.

Tags: , , ,


Autore

Nato a Ragusa nel 1959. Bancario dal 1979 al 2022. Aderisce all’associazionismo ecclesiale ed è dedito al volontariato rivolto verso l’aiuto alimentare agli indigenti e per il rispetto del diritto alla vita. Già direttore di Insieme e presidente del Movimento per la Vita di Ragusa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna Su ↑