Blog

Pubblicato il 18 Marzo 2014 | di Silvio Biazzo

Una iattura l’eventuale riapertura al traffico veicolare di via Roma

Interessante confronto a Palazzo dell’Aquila tra l’amministrazione e gli operatori economici di via Roma: sul tappeto le esigenze tese alla rivitalizzazione e sviluppo del “cuore” della città. Oltre alle parti interessate l’incontro ha visto protagonisti il Sindaco Federico Piccitto, il Vicesindaco Massimo Iannucci e l’Assessore alle risorse economiche Stefano Martorana. Nel corso del confronto particolare attenzione è stata riservata alla questione della sicurezza. I commercianti di via Roma hanno infatti chiesto all’Amministrazione di ampliare i sistemi di monitoraggio attualmente attivi. Il primo cittadino ha assicurato che a breve si provvederà ad installare nuove telecamere per la videosorveglianza in collegamento con le forze dell’ordine, attrezzature che si aggiungeranno a quelle già presenti, con l’obiettivo di limitare eventuali episodi di microcriminalità, a salvaguardia della sicurezza delle attività commerciali e dei fruitori della zona. Previsto, inoltre, un incontro con il Comandante della Polizia Municipale, Giuseppe Puglisi, per verificare l’eventuale disponibilità, con l’ampliamento degli organici a disposizione, per l’attivazione di una presenza fissa di una pattuglia di vigili urbani al fine di garantire un monitoraggio diretto della zona. Tra le criticità sollevate dai commercianti, anche quelle riguardanti la pubblica illuminazione, carente in alcune aree del quartiere. A questo proposito il Sindaco Piccitto ha assicurato che nei prossimi giorni, gli uffici tecnici del Comune provvederanno alla riparazione di eventuali guasti riscontrati, alla sostituzione delle lampadine fuori uso nonché al potenziamento dell’illuminazione.
Tutte iniziative degne di lode comprese quelle rivolte alla pianificazione urbanistica, e qui a nostro parere si inserisce la “nota dolens”, cioè la possibile riapertura al traffico veicolare, almeno parziale, della stessa via Roma, istanza sottoposta dai commercianti attraverso una raccolta firme. Questo sarebbe un provvedimento, a nostro avviso, veramente devastante perché significherebbe ripopolare la via del passeggio di auto. Non riusciamo a capire , invece di aumentare gli spazi pedonalizzati li si vuole restringere ! Sarebbe una deplorevole inversione di tendenza: in qualsiasi cittadina “civile” si fa di tutto per offrire ai cittadini strade e spazi esclusivi per il solo transito…pedonale , lo si fa nelle principali località turistiche grandi e piccole d’Europa e del resto d’Italia, specialmente dal centro in su. Il primo cittadino, per tale questione, ha ribadito la necessità, prima di ogni decisione definitiva, di aprire un tavolo di discussione più ampio sul tema, allargando il confronto anche ai cittadini. “Abbiamo ascoltato con attenzione – ha dichiarato al termine dell’incontro il Sindaco Piccitto – le esigenze manifestate dai commercianti di via Roma, area strategica per le prospettive di rilancio del centro storico Superiore che rientra tra gli obiettivi prioritari del nostro mandato. Un rilancio che passa, necessariamente, dalla presenza delle attività commerciali, le quali, oggi, manifestano un malessere ed una sofferenza profonda a causa dell’attuale crisi economica. Intendiamo rispondere in maniera sollecita, quindi, alle richieste che gli stessi commercianti hanno presentato durante il confronto, per garantire loro un sostegno concreto ed aiutarli a superare un momento molto difficile. Allo stesso tempo intendiamo incentivare il ritorno dei cittadini nel centro storico, favorendo un aumento dei residenti (e non certo riaprendo al traffico il “salotto” di via Roma, l’attuale crisi economica non si risolve con il traffico veicolare l’ungo l’unico breve tratto di via urbana dedicata ai pedoni, ndr) attraverso una campagna informativa relativa agli sgravi fiscali già varati dal Consiglio Comunale, su proposta della Giunta, a fine del 2013, come ad esempio l’esenzione TARES per 3 anni. Una misura questa, che può essere sfruttata sia dalle nuove attività commerciali, sia da qualsiasi cittadino che decida di acquistare o ristrutturare un’immobile nel centro storico, specie, ad esempio, le giovani coppie”.

Tags:


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑