Blog

Pubblicato il 23 Febbraio 2015 | di Silvio Biazzo

VII Giornata dei giovani: mai più vittime sulla strada

CAMPO-620x350L’appuntamento è a Scicli sabato 28 febbraio, l’iniziativa è della famiglia del giovane Dario Campo – una giovane vita tragicamente rimasta vittima a Roma in un incidente stradale: come per gli anni scorsi la giornata è interamente dedicata alla sicurezza stradale, con riferimento particolare ai giovani, location piazza Itala e l’omonimo Teatro .
Tra i momenti cardine, l’incontro con gli studenti con gli interventi del Comandante Provinciale della Polizia Stradale di Ragusa Gaetano Dimauro e del Comandante della Polizia Municipale di Scicli Marina Sgarlata :saranno ricordati i giovani che sono rimasti vittime della strada, nominandoli, con il consenso dei genitori, uno per uno. La nota interprete di canzoni popolari siciliane Anna Trovato canterà per loro uno dei brani più significativi del suo repertorio.
Al Teatro Italia, a seguire, gli studenti dialogheranno con i giornalisti Angelo Dinatale e Peppe Savà, il tema, come per tutti gli anni precedenti, è quello della sicurezza stradale che costituirà principalmente l’occasione per ricordare il giovane Dario, scomparso – come accennato – per un fatale incidente stradale dieci anni fa, quando aveva appena 26 anni; ed insieme a lui saranno ricordati i ragazzi di Scicli più sfortunati che hanno subito questo stesso tragico destino.
Di grande impatto il progetto “Zero vittime sulla strada , io non rischio” che si porterà avanti , una nuova tappa nella ricerca di ciò che è utile per aumentare la consapevolezza di tutti ed in particolare dei giovani sui rischi della strada: il tutto fa seguito all’ altro progetto presentato lo scorso anno, quando è stato sottoscritto il ”patto della sicurezza per i giovani” in materia di circolazione stradale, patto divenuto oggi documento ufficiale dell’Istituto Q. Cataudella per la grande sensibilità del suo Dirigente, e degli Organismi scolastici
Per illustrare al meglio il progetto in modo visivamente percettibile, in Piazza Italia sarà allestito un “ percorso della sicurezza”, e cioè una serie di cartelloni sulla sicurezza stradale, ispirati ai Comandamenti ( non rubare, non desiderare la roba d’altri, non commettere atti impuri, non dire falsa testimonianza ecc. ecc. ….): un modo nuovo e suggestivo per riflettere!
Fondamentale la partecipazione dell’Associazione “Famiglie vittime della strada” , della Fondazione A.N.I.A. e della Federazione Motociclistica Italiana.
Sul contenuto del progetto, il padre del giovane Dario, ci ha ha detto che “ non è un “sogno” , come potrebbe sembrare ad una prima sensazione, e neanche un miraggio o un auspicio, ma è un impegno credibile che attende di essere realizzato, doverosamente, per l’amore che ciascuno ha per i propri figli”. Ha precisato anche che non dovrebbe essere difficile giungere a tale risultato, cioè quello di non avere più vittime sulla strada, se si pensa che in meno di 4 anni gli incidenti mortali soprattutto per effetto della accresciuta consapevolezza dei giovani si sono ridotti della metà.
Il progetto lavora su questa consapevolezza: vuole aumentare in ciascuno il senso di responsabilità quando si è alla guida, ed un più elevato grado di formazione culturale che rafforza i processi di conoscenza e di comportamento: ospite d’onore il poeta modicano Antonio Lonardo. A presentare e coordinare gli interventi sarà la scrittrice Daniela Fava : madrina Alessia Scarso, la regista del film “ITALO”.-

Tags: , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR