Vita Cristiana

Pubblicato il 8 Giugno 2015 | di Silvio Biazzo

Madonna Pellegrina, un atteso ritorno in Diocesi

La Madonna Pellegrina a RagusaRitorna in Diocesi la Madonna Pellegrina, venerato simulacro proveniente dal santuario di Fatima: un appuntamento ormai divenuto tradizionale, giunto al settimo anno consecutivo, che si terrà a Ragusa a partire dal 10 giugno. Il pellegrinaggio, organizzato da don Giorgio Occhipinti, consigliere nazionale dell’Apostolato mondiale di Fatima e direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute, sarà caratterizzato da numerose iniziative di spiritualità e di sostegno a favore degli ammalati e di coloro che si dedicano al loro servizio.

In particolare, mercoledì 10 giugno la statua, proveniente dal Santuario di Fatima (in concomitanza con il pellegrinaggio dei bambini al Santuario), Don Giorgio Occhipinti(1)arriverà alle 19 all’ospedale Civile di Ragusa e, successivamente, percorrerà i presidi ospedalieri della Diocesi, in un grande e festoso pellegrinaggio, che intende sottolineare il Centenario delle Apparizioni. Prevista anche una tappa nella parrocchia Sacra Famiglia e al Santuario del Carmine di Ragusa (con riferimento all’anno dedicato alla vita consacrata). Sarà fatta una sosta anche a Vittoria.

In Portogallo la prima immagine della Madonna Pellegrina sta girando negli istituti di vita consacrata e andrà avanti fino al mese di maggio 2016. “Siamo consapevoli – dice don Occhipinti – che la celebrazione del Centenario è un “momento favorevole” che il Signore ci concede di vivere per ravvivare la nostra esperienza di fede, in quanto non intende soltanto segnalare un anniversario storico, ma diventare canale d’evangelizzazione e cammino verso la conversione e l’incontro con Cristo, per mezzo di Maria.

E’ in questo contesto che è nata l’iniziativa del pellegrinaggio della statua della Madonna di Fatima Pellegrina in tutto il mondo. In questo modo, intendiamo coinvolgere i fedeli alla celebrazione del Centenario delle Apparizioni (13 maggio 2017) come pure aiutare le comunità ecclesiali a vivere il messaggio e la spiritualità di Fatima.

Siamo consapevoli del grande impatto che tale iniziativa potrà avere, sia per il fatto di riunire insieme un gran numero di fedeli, sia per l’opportunità che offre di annunciare Gesù Cristo, al quale sempre la Vergine Maria ci conduce. Per raggiungere gli obiettivi desiderati e perché abbia un influsso significativo – continua don Giorgio – , proporremo momenti di preghiera e celebrativi, così come incontri di catechesi e di formazione, al fine di sviluppare i germi della Parola di Dio disseminati nei cuori. Un ringraziamento speciale alle associazioni che collaboreranno per la realizzazione del pellegrinaggio: l’Unitalsi, l’Avo, l’associazione nazionale carabinieri di Ragusa e la rete di associazioni I petali del cuore”.

Intanto, dal 8 al 15 agosto 2015 l’Ufficio per la Pastorale della Salute in comunione con il santuario sta organizzando un pellegrinaggio a Fatima per le celebrazioni più importanti del mese che comprendono i giorni 12, 13, 14 e 15 con le funzioni più attese e più belle. Prevista, durante il pellegrinaggio, anche un’escursione a Santiago di Compostela. Chi è interessato può rivolgersi direttamente al direttore dell’Ufficio per la Pastorale della Salute, nonché consigliere nazionale dell’Apostolato Mondiale di Fatima don Giorgio Occhipinti (cellulare 333.2512634).

Inoltre, alla fine delle tappe in Italia, intorno alla conclusione del mese di luglio, sarà lo stesso don Occhipinti a consegnare al rettore del santuario la statua della Madonna Pellegrina che sarà riposta nella cappella dove si trova collocata. Il rito si svolgerà il 9 agosto, durante il pellegrinaggio della Pastorale della salute a Fatima: previsto anche un incontro dei pellegrini con il vescovo di Leiria Fatima, mons. Antonio Marto.

Tags: ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna Su ↑