Vita Cristiana

Pubblicato il 29 Settembre 2015 | di Gaia Lia

0

La semplicità fatta sacerdote

Il 9 settembre del 1999, all’età di 84 anni, si spegneva il parroco che dedicò la propria vita alle comunità di Donnalucata, Giarratana e Palazzolo Acreide, padre Sebastiano Baglieri.

Nacque a Palazzolo Acreide il 21 gennaio del 1915; il padre morì poco dopo la sua nascita, durante la prima guerra mondiale; la madre, rimasta vedova, si dedicò al figlio e vi rimase accanto seguendolo durante la sua vita sacerdotale.

Entrato in seminario all’età di dodici anni, viene ordinato sacerdote il 2 giugno del 1940: i primi otto anni di sacerdozio li trascorre a Donnalucata; nel 1949 viene nominato parroco alla parrocchia Maria Santissima Annunziata e San Giuseppe di Giarratana e vi rimane per quasi 18 anni; infine, nel 1967 viene trasferito a Palazzolo Acreide, presso la parrocchia di San Michele Arcangelo, guidandola per ben 28 anni.

Una santa messa in memoria di padre Sebastiano Baglieri è stata celebrata giorno 9 settembre, anniversario della sua scomparsa, nella chiesa Maria Santissima Annunziata e San Giuseppe di Giarratana, con la presenza di una delegazione della comunità parrocchiale di San Michele Arcangelo di Palazzolo Acreide, guidata dal sacerdote don Salvo Randazzo.

Questo appuntamento è stato inserito nell’ambito degli eventi per il centenario della nascita di padre Sebastiano Baglieri che hanno avuto inizio con una santa messa, lo scorso 21 gennaio, a Palazzolo Acreide. Altro momento importante il 29 aprile, a Donnalucata, nella chiesa di Santa Caterina da Siena, quando, durante la celebrazione eucaristica, sono stati portati in processione offertoriale il calice e la patena da lui donati alla comunità. Infine, il prossimo 4 ottobre, in occasione dei festeggiamenti in onore di San Michele Arcangelo, padre Sebastiano Baglieri verrà ricordato durante la messa solenne da monsignor Salvatore Pappalardo, arcivescovo di Siracusa.

Un uomo semplice, un prete che non amava apparire, che aveva fatto del silenzio la sua massima virtù, entrando in punta di piedi nella vita dei fedeli.

“Come il crescere del grano senza far rumore”, così la sua missione sacerdotale viene testimoniata nel libro a lui dedicato, a cura di monsignor Giuseppe Greco, in cui Carlo Scibetta, sindaco di Palazzolo Acreide, Fabrizio Corradino, Serafina Mangiafico, Giovanni Paolo Scarso e Antonio Trigila ricordano e descrivono momenti della vita di padre Sebastiano Baglieri.

Quanti lo hanno conosciuto continuano ad apprezzarlo per la sua semplicità, umiltà e riservatezza, che ne hanno caratterizzato la vita sia come uomo che come sacerdote.

Così recita uno scritto olografo della signorina Anita Migliore della parrocchia di Giarratana, datato 2 Giugno 1990, in occasione del 50. anniversario sacerdotale di padre Sebastiano Baglieri:

«A nome della Parrocchia di Giarratana, ove ha lavorato per ben 17 anni, presentiamo i più fervidi Auguri di Santità per il Suo 50° anno di Sacerdozio! Sacerdozio che ha vissuto con impegno di Fede e Amore. Lo ricordiamo con venerazione, per le sue grandi virtù: umiltà, calmo, prudente, sollecito per i bisogni altrui. Era di poche parole, ma agiva nel nascondimento e nell’umiltà. Nella sua vita sacerdotale, aveva di mira di dare esempio di fortezza Cristiana, sempre trovava una parola adatta per tutti, non si piegava mai a compromessi. Nella sua calma, cercava di arrivare a tutto e nel suo lavoro Apostolico, faceva del suo meglio per essere Sacerdote secondo il Cuore di Cristo. Rinnoviamo sentitamente Auguri e preghiere per una vita sempre più sacerdotale!».

Tags: , ,


Autore

Avatar



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑