Vita Cristiana

Pubblicato il 9 Novembre 2015 | di Redazione

Ripartono come ogni anno le attività dell’AIMC di Ragusa

Ogni ultimo lunedì del mese, alle ore 16, si terranno gli incontri di cultura religiosa organizzati dalla sezione ragusana dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici (AIMC). Gli incontri sono curati da Don Vito Bentivegna e sono aperti ai soci e a chiunque sia interessato.

L’Associazione Italiana Maestri Cattolici è presente a Ragusa dal 1946 riunendo al suo interno “insegnanti, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici della scuola, statale e non statale, in servizio, aspiranti all’insegnamento e a riposo che intendono operare in solidarietà nella scuola e nella società secondo i principi del Vangelo”. (Statuto AIMC, art. 1)

Ad oggi l’AIMC, fondata nel 1945 per volontà di Maria Badaloni e Carlo Carretto, si struttura in articolazioni sezionali, regionali e provinciali ed è presente sul territorio locale con le sezioni di Ragusa, Modica e Vittoria.fotoTali sezioni sono coordinate dal Dott. Giacomo Mastruzzo, Presidente Provinciale in carica dal 2010 ma già Presidente negli anni ’90, e supportate spiritualmente dall’assistente religioso Don Vito Bentivegna.

Principale finalità dell’associazione è quella di formare l’identità professionale del docente attraverso l’offerta, ai propri soci e simpatizzanti,  di attività culturali, corsi di formazione e aggiornamento, incontri religiosi e il sostegno assiduo dell’assistente spirituale di sezione.

L’obiettivo di tali attività è quello di affermare l’importanza di una relazionalità intensa tra il docente e i propri allievi, con particolare attenzione alla qualificazione della dimensione emotiva che si instaura tra insegnante e alunno, principalmente fra i banchi della scuola elementare.

Forte è la presenza dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici nella città di Ragusa attraverso l’offerta, negli anni, di svariate attività. Tra queste, il corso di formazione “L’insegnamento come attività riflessiva”, in concerto con l’associazione consorella UCIIM; incontri culturali sulla storia e l’arte locale, in collaborazione con il Centro Servizi Culturali del Comune di Ragusa; conferenze su tematiche religiose come il confronto con le altre religioni, la cooperazione tra i popoli e la valorizzazione delle diversità.

Non per ultimo il corso di formazione “E vivo l’Europa”, organizzato in collaborazione con il Centro di Documentazione Europea dell’Università degli Studi di Catania, sul tema dell’educazione alla cittadinanza europea; tema rimarcato dalla recente visita guidata, organizzata in luglio, alla sede del Parlamento Europeo di Bruxelles.

La consistente operosità dell’AIMC ragusana ha prodotto una vasta mole di documenti che necessita di un archivio stabile nella città di Ragusa.

Attualmente siamo ospitati dal Circolo Didattico Paolo Vetri di Ragusa – afferma Giacomo Mastruzzo, Presidente della sezione provinciale – ma la legislazione statale non ci riconosce il diritto di cittadinanza in una scuola. Siamo dunque alla ricerca di una sede stabile dove poter custodire i nostri archivi perché non si perda tutta la documentazione che testimonia l’attività dell’associazione in circa settanta anni di vita.”

Tags: , , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR