Attualità

Pubblicato il 1 dicembre 2017 | di Redazione

0

Consegna diplomi alla scuola di Alta Cucina Nosco

Si è concluso il percorso di formazione dei futuri chef alla Scuola di Alta Cucina Nosco.

Sono stati consegnati nei giorni scorsi i diplomi per il corso di Cuoco professionista promosso dalla scuola di Alta Cucina “Nosco”. Un’esperienza che è ormai divenuta una tradizione formativa che arricchisce il territorio.
Grande l’entusiasmo dei nuovi cuochi.

“È bello – afferma Tonino Solarino, presidente della Fondazione San Giovanni Battista – ascoltare la vostra testimonianza. Le vostre parole dicono che state portando via da questa esperienza formativa quanto all’inizio avevate sognato: un’esperienza umana di crescita, un’esperienza professionale che vi ha messo nella condizione di poter essere pronti per gestire una cucina. La scuola in questi tre anni ha già formato 96 cuochi che nel mondo stanno promuovendo la nostra tradizione eno gastronomica. Mettere insieme tradizione e creatività è lo straordinario punto di forza di questa scuola”.

 

“Nosco” ovvero conoscere dal latino, questo è il nome della Scuola perchè comincia dalla conoscenza il percorso che conduce all’attivazione della Scuola Mediterranea di Enogastronomia. La scuola di formazione ha sede presso l’Antico Convento dei Cappuccini all’interno dei Giardini Iblei di Ragusa Ibla.

La scuola ha come valenza la formazione tecnica e deontologica dei futuri cuochi. L’indirizzo della scuola non è esclusivamente circoscritto al territorio, ma si apre all’area mediterranea. Non è un caso che “Nosco” sia nato in provincia di Ragusa. Basti pensare che negli ultimi anni questo territorio si è mostrato altamente propositivo nel dare i natali e sviluppare alta e buona cucina. L’obiettivo è far assaporare loro l’atmosfera del ristorante, dunque la preparazione, l’esecuzione dei piatti e la degustazione da parte del cliente, in sala.Ogni studente deve vivere sulla propria pelle la tensione emotiva e la presa di coscienza della responsabilità che ciascun cuoco ha nella preparazione e composizione di piatti che verranno consumati in sala dai clienti. Conclusi i quattro mesi di formazione, ne sono previsti altre tre. Si tratta di stage che si terranno in ristoranti siciliani che dopo esser stati selezionati attivano una convenzione, con la scuola”.

Tags: , , , ,


Autore

Redazione

“Insieme” esce col n° 0 l’8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la “casa di formazione” per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑