Vita Cristiana

Pubblicato il 21 maggio 2018 | di Silvio Biazzo

0

La festa di S. Giorgio e la Giornata del sollievo

Sono le parole della seconda lettera di San Paolo a Timoteo ( “Sopporta anche tu le sofferenze, come un buon soldato di Cristo Gesù”) a dettare il tema conduttore della Giornata diocesana del sollievo, inserita nel contesto del programma dei solenni festeggiamenti di San Giorgio martire. Martedì infatti, alle 11, don Pietro Floridia, parroco del Duomo, presiede una celebrazione eucaristica nel reparto di oncologia dell’ospedale Maria Paternò Arezzo.

Alle 18, invece, ci sarà l’artistico addobbo della gradinata del Duomo mentre alle 18,15 sarà inaugurato il nuovo ascensore che consentirà l’accesso in chiesa Madre anche dei portatori di handicap, poi alle 18,30 l’animazione curata dall’associazione di comicoterapia “Ci ridiamo su”, con la partecipazione degli ammalati poi ancora alle 18,30 la recita del Rosario e quindi alle 19 la celebrazione eucaristica presieduta da don Giorgio Occhipinti, direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute.

Saranno presenti i rappresentanti delle associazioni Samot regionale di Palermo e Ragusa, Lilt di Ragusa, Asp 7 , Caritas diocesana, Unitalsi : parteciperà il prefetto di Ragusa, Filippina Cocuzza. Alle 20, per il programma ricreativo e culturale, è fissato, all’auditorium San Vincenzo Ferreri, il concerto del coro “4Keys” dell’Acm San Giorgio 1892 diretto dal maestro Sebastiano Mercorillo. Mercoledì 23 maggio, alle 18,30, ci sarà la recita del Rosario, alle 19 la santa messa e alle 21,30 un incontro di preghiera carismatica. E sempre mercoledì, alle 10, ci sarà l’apertura della settima mostra d’arte “Pittura e scultura” del Movimento Artisti Iblei.

L’allestimento all’auditorium San Vincenzo Ferreri in piazza Hodierna. Intanto ieri i solenni festeggiamenti hanno preso il via con, tra le altre iniziative, la santa messa con le prime comunioni. Subito dopo si è registrata la tradizionale apertura della pesca di beneficenza nell’ex chiesa di Sant’Antonino. La collaborazione della comunità dei fedeli, in questo caso, risulta essere fondamentale come testimonia la presenza di alcuni componenti del comitato dei festeggiamenti i quali, con la loro disponibilità, assicurano che l’iniziativa possa tenersi regolarmente.

Nel corso della settimana previsti vari turni anche perché sono numerosi, soprattutto nel weekend, come già accaduto ieri, i turisti in visita e sarebbe davvero un peccato non riuscire a garantire la migliore riuscita a un evento che, tra l’altro, punta su specifiche finalità solidali, in particolare a sostegno dei bisognosi.

La pesca di beneficenza è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 17 alle 23, mentre sabato 26 e domenica 27 maggio gli orari di apertura saranno: la mattina dalle 10 alle 13 e il pomeriggio dalle 17 alle 23. Sempre nell’ex chiesa di Sant’Antonino sono esposti i lavori realizzati dagli studenti di Ibla che hanno dato vita a varie personali raffigurazioni legate al santo cavaliere.

Oggi, per quanto riguarda il programma, vale la pena ricordare che si terrà, alle 18, al Duomo, un evento speciale, la celebrazione della santa messa presieduta da mons. Marco Frisina, maestro direttore della pontificia cappella musicale lateranense, animata dal coro polifonico Enarmonia del maestro Salvatore Scannavino. Mons. Frisina è uno dei principali compositori di musica sacra della nostra epoca.

Infine, è da ricordare che la terza edizione del raduno equestre “San Giorgio memorial don Peppino Firrincieli” ieri non si è potuto tenere per motivi di ordine logistico e che lo stesso è stato rinviato a domenica 3 giugno.

Tags: , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑