Vita Cristiana

Pubblicato il 14 Dicembre 2018 | di Redazione

0

Monsignor Jacono venerabile Tanti ragusani a Caltanissetta

Una folta delegazione di fedeli ragusani ha partecipato, nella cattedrale di Santa Maria La Nova a Caltanissetta, alla celebrazione eucaristica per la consegna del decreto sulla eroicità delle virtù del venerabile monsignor Giovanni Jacono. A presiedere la cerimonia è stato il cardinale monsignor Angelo Becciu con i vescovi di Caltanissetta, monsignor Mario Russotto, di Ragusa, monsignor Carmelo Cuttitta, e monsignor Giambattista Di Quattro, nunzio apostolico in India.
Dopo la lettura all’assemblea, il cardinale Becciu ha consegnato al vescovo Russotto il decreto.
Nell’omelia, il cardinale ha sottolineato una speranza ed una attesa di tutti. «Siamo tutti coinvolti – ha detto – nella supplica della grazia che il venerabile monsignor Jacono vorrà darci il miracolo che consentirà la proclamazione a beato. Il venerabile Jacono – ha aggiunto – è stato l’icona del buon pastore per l’irrefrenabile desiderio di ricondurre a Cristo gli uomini e le donne che hai incontrato. La vita di monsignor Jacono ha tre caratteristiche: una profonda spiritualità; una vera povertà; una straordinaria umanità. La sua profonda spiritualità ha evidenziato la bellezza della preghiera ed egli ha speso il suo ministero nella necessità di formare l’uomo di preghiera, qualunque sia la sua condizione e professione; lapreghiera lo ha reso pieno di fantasia nell’operare per il suo popolo. Jacono ha testimoniato la carità, l’aiuto per il prossimo, privandosi del necessario per realizzarlo; egli visse da povero e per questo motivo monsignor Jacono è un richiamo alla ricchezza di Dio che ci riempie il cuore. Con semplicità disarmante – ha aggiunto monsignor Becciu – ha profuso grande impegno nelle opere di evangelizzazione ed in particolare: nella promozione della laicità e dell’impegno sociale e politico dei laici; nella

diffusione della dottrina e dell’insegnamento cristiano; nella formazione dei sacerdoti e dei seminaristi. Monsignor Jacono non si è fermato a considerare le criticità ma è andato verso i bisogni reali delle persone esortando impegnarsi verso i poverie gli ammalati evidenziando la capacità di vedere nei poveri e nei sofferenti il volto di Gesù».
Alla cerimonia era presente una larga rappresentanza della famiglia del venerabile.
Il pastorale utilizzato da sua eminenza il cardinale per la celebrazione è stato quello che, nel 1921, la Diocesi di Caltanissetta regalò a monsignor Jacono in occasione del suo ingresso in diocesi. Anche il calice utilizzato durante la celebrazione è un dono fatto al vescovo dal presbiterio in occasione del suo 50. di ordinazione sacerdotale.
Emanuele Occhipinti

Tags: , , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑