Cultura

Pubblicato il 28 Marzo 2019 | di Salvatore Schininà

0

Dieci anni di “A Tutto Volume”, il festival letterario che fa amare la lettura

La locandina della decima edizione di “A Tutto Volume”, realizzata da Velasco Vitali, raffigura un uomo che, intento a leggere, abbandona il suo spazio reale e vola via, immerso nella fantasia e nel piacere della lettura. E dopotutto lo scopo di scrivere è raggiungere il lettore, aprire in lui un mondo di infinite possibilità. Ogni anno, da dieci anni, il festival mette al centro proprio il lettore, invitandolo a partecipare e riconoscendo il ruolo primario ed essenziale che ha la lettura, e la cultura, nella vita di ognuno di noi. Sembra ieri che il festival letterario nasceva, da un’idea di Alessandro Di Salvo, direttore artistico dell’evento, che sentiva l’esigenza di proporre una manifestazione culturale a Ragusa. Dall’incontro con il giornalista Roberto Ippolito, che propose di sfruttare le bellezze della città per realizzare un festival letterario, prese così vita “A Tutto Volume”. Eppure sono passati già dieci anni, nei quali il festival si è ingrandito e si è riorganizzato, ha ottenuto appeal sempre maggiore, riuscendo così ad invitare scrittori di fama nazionale e a riempire di migliaia di persone le piazze di Ragusa Ibla e di Ragusa superiore, inserendosi a pieno a titolo tra i migliori festival letterari d’Italia. Ogni anno la risposta del pubblico è sempre maggiore, attirando non solo cittadini ragusani e della provincia, ma anche partecipanti provenienti da fuori della Sicilia. Un richiamo non solo per gli affezionati del festival e della scrittura, ma capace di accogliere con entusiasmo ognuno di noi.

Quest’anno il festival è arrivato al suo decimo anniversario, e si regale (e ci regala) un giorno ulteriore di eventi. Da giovedì 13 a domenica 16 giugno le vie barocche di Ragusa Ibla e il centro storico di Ragusa superiore si riempiranno di confronti e dibattiti tra scrittori, giornalisti e lettori; di laboratori; di reading e di mostre. Ad affiancare Alessandro Di Salvo alla direzione artistica del festival sono riconfermati  Loredana Lipperini e Massimo Cirri, a cui si aggiungono quest’anno anche lo scrittore Antonio Pascale, il giornalista Pino Corrias e il filosofo Telmo Pievani. Tra i primi nomi confermati come partecipati ci sono Edoardo Albinati, Ferruccio De Bortoli, Maurizio De Giovanni, Diego De Silva, Luca Dondoni, Elsa Fornero, Andrea Purgatori, Simonetta Agnello Hornby. Ma quest’anno il festival propone anche un’eccezionale opportunità: infatti proprio nei giorni più caldi della stagione letteraria, gli organizzatori di “A Tutto Volume” sono riusciti a condurre a Ragusa i candidati alla LXXIII edizione del Premio Strega, offrendo così una straordinaria occasione a tutti i partecipanti e gli appassionati. Inoltre, venerdì 14, subito dopo la nomina, i cinque finalisti dell’edizione letteraria parteciperanno ad un talk show condotto da Loredana Lipperini, e si confronteranno con il pubblico.

Oltre agli interventi e ai dibattiti con autori noti e riconosciuti, anche quest’anno il festival proporrà  “Extra Volume”, una sezione dedicata agli autori emergenti della città e del territorio; inoltre per il secondo anno consecutivo avrà spazio anche il premio “Goliarda Sapienza”, concorso letterario rivolto a detenuti, con un progetto speciale dal nome “Melafollia”: sei racconti autobiografici incentrati sulla follia in carcere saranno letti dall’attore Francesco Montanari. Il festival avrà anche il piacere di avere ospite l’ideatrice e organizzatrice del premio, Antonella Bolelli Ferrera.

Numerosi saranno quindi gli appuntamenti e gli incontri – tutti a ingresso gratuito – che daranno vita ad un’edizione speciale, capace come ogni anno di celebrare la scrittura in tutte le sue forme, e di collegare il mondo dell’editoria con migliaia di appassionati o semplici curiosi, nella stupenda cornice di Ragusa, che ogni anno ringrazia gli organizzatori di un evento incantevole ed entusiasmante.

 

Tags: , ,


Autore

Salvatore Schininà

Laureato in Lettere moderne, attualmente volontario del servizio civile presso l’Ufficio Comunicazioni Sociali della diocesi di Ragusa. Collabora con l’associazione di webmagazine Generazione Zero



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑