Attualità

Pubblicato il 11 Luglio 2019 | di Silvio Biazzo

0

Piazza Poste ferita e abbandonata

Un tempo era adibita a parcheggio, dopo la trasformazione in zona pedonale avevamo sperato che diventasse una piccola, tranquilla e decorosa oasi nel cuore della città, ma ci siamo sbagliati: ridotta a malpartito a causa anche della pessima pavimentazione adottata all’epoca (recente) del suo rifacimento, adesso è una pista da pattinaggio o un campetto di calcio.

Stato di degrado della pavimentazione

È il consigliere comunale di Ragusa Prossima, Gianni Iurato, a metterlo in evidenza in una interrogazione al sindaco e agli assessori con delega ai Lavori pubblici e all’Arredo urbano: «Abbiamo assistito in queste ultime ore all’intervento effettuato dal Comune per rimediare all’acqua stagnante in piazza Poste, proprio di fronte al palazzo municipale. Direi, però, che l’intervento manutentivo occorre estenderlo al resto del sito». «Da anni – spiega Iurato – assistiamo al degrado in cui versa la pavimentazione della piazza oltre che del suo monumento ai Postali caduti durante la Prima guerra mondiale. Tutto ciò si è verificato in seguito agli interventi che hanno visto realizzato il sottostante parcheggio sotterraneo. Occorre precisare che già nel 2016 fui il promotore, insieme con altri, di una pubblica segnalazione al sindaco e al prefetto di allora sulle condizioni di degrado e di scarsa luminosità dei luoghi, sicuramente artisticamente tra i più belli di Ragusa. Ma siamo ancora in attesa di risposte e soluzioni». «Inoltre – prosegue Iurato – come mai il Monumento ai caduti, che a suo tempo fu  letteralmente smontato e rimontato, non fu rivestito con lo stesso materiale, marmo scuro, che prima dei lavori in questione lo caratterizzava? Ed ora è nello stato pietoso a tutti visibile». Infine Iurato chiede di sapere se l’amministrazione condivide la proposta di sostituire gli attuali cinque lampioncini con altri più luminosi a luce calda visto che quelli attuali risultano non idonei ad illuminare piazza Poste. «La situazione di degrado di piazza Poste, nonostante sia giornalmente sotto gli occhi (per ovvie ragioni) della classe politico-amministrativa ragusana – conclude Iurato – negli anni è diventata il simbolo dell’inerzia e dell’indifferenza della pubblica amministrazione che subisce in silenzio e da tempo una qualità di lavori pubblici di basso profilo qualitativo».

Tags: , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑