Attualità

Pubblicato il 21 Ottobre 2019 | di Alessia Giaquinta

I meravigliosi frutti del “dono”, a Giarratana

L’abisso temporale che sembra separare gli anziani dai bambini può essere sicuramente colmato dalla condivisione di momenti e di valori “senza tempo”. Il valore del dono, ad esempio, è facilmente applicabile e spendibile a qualsiasi condizione ed età.

Il 5 ottobre, infatti, in occasione della settimana del dono, la cooperativa Metaeuropa, che gestisce la casa di riposo di Giarratana, ha organizzato un Open Day per far conoscere alla comunità il modello innovativo introdotto nella casa di riposo “Madre Teresa di Calcutta”.

A caratterizzare questo evento, tra le altre cose, è stata la condivisione di attività e laboratori tra gli anziani ospiti della struttura e alcuni giovani volontari che, con interesse, hanno ascoltato i racconti dei nonnini e li hanno guidati in attività ricreative di vario genere.

I lavori ottenuti da questo tempo “donato” e condiviso sono stati venduti e il ricavato è servito ad acquistare giochi e strumenti necessari per le attività dell’oratorio di Giarratana. Venerdì 18, alle 16.00, presso la casa di cura “Madre Teresa di Calcutta” è avvenuta la consegna degli oggetti ai bambini dell’oratorio.

Un’esperienza forte e commovente che fa riflettere sulla ciclicità e le conseguenze del donare. Si prevedono altri momenti simili e si auspica una sempre più crescente sensibilizzazione per quelle categorie che si considerano “deboli” ma che, come in questo caso, sono protagoniste di insegnamenti “forti”.

Tags: , , , , ,


Autore

Alessia Giaquinta

Conseguita la maturità Classica, frequenta il corso di Laurea in Filosofia presso l’Università degli studi di Messina. Ha collaborato con testate giornalistiche online e attualmente scrive per il quotidiano "La Sicilia" e la rivista "Bianca Magazine". Ha al suo attivo numerose ed importanti esperienze teatrali ed organizza Laboratori Teatrali per bambini. Promotrice di eventi culturali, è stata anche membro di gestione della Biblioteca Comunale di Monterosso Almo (RG), ove risiede. Ha svolto il Servizio Civile presso un centro per disabili e riveste il ruolo di educatrice dei giovanissimi presso la sua parrocchia di appartenenza.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR