Vita Cristiana

Pubblicato il 31 Gennaio 2020 | di Silvio Biazzo

“Aprite le porte alla vita”: giornata per la vita negli ospedali

In preparazione alla Giornata per la vita, l’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa ha promosso per sabato 1 febbraio l’iniziativa denominata “Aprite le porte alla vita”. L’appuntamento, in collaborazione con il Cav, si terrà all’ospedale Giovanni Paolo II e consiste in un’attività di pubblica sensibilizzazione ai temi della difesa della vita a cura dei volontari del Centro di aiuto alla vita.

Alle 10 ci sarà l’offerta delle primule a sostegno delle donne in gravidanza e del messaggio dei vescovi sul tema della Giornata per la vita nei reparti di Ostetricia e Ginecologia. “La primula – spiega il direttore dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute, don Giorgio Occhipinti – è divenuta, grazie alla sua leggenda, il fiore simbolo della primavera. Rappresenta così la primavera della vita: la giovinezza. La primula è un fiore che cresce spontaneamente per annunciare la rinascita della natura”.

“Aprite le porte alla vita” è il titolo e il tema del messaggio dei vescovi per la 42esima Giornata per la vita in programma domenica 2 febbraio. L’iniziativa è promossa dalla Diocesi di Ragusa, dall’Ufficio per la Pastorale della Famiglia, dall’Ufficio per la Pastorale della salute, dall’Ufficio per l’Insegnamento della religione cattolica, dalla consulta diocesana aggregazioni laicali e dal Centro di aiuto alla vita di Ragusa.

Il vescovo di Ragusa, mons. Carmelo Cuttitta, visiterà i neonati e le mamme nei reparti di Ostetricia e Ginecologia del Giovanni Paolo II alle 9,30 (alle 10 nel reparto di Ostetricia ci sarà una santa messa per i neonati e le loro famiglie) e del Riccardo Guzzardi di Vittoria alle 11 (alle 8 in cappella una santa messa per i neonati e le loro famiglie). Nelle parrocchie della diocesi, inoltre, è in programma una santa messa per i “nati dell’anno”.

Ma non è finita. Perché è stato promosso anche un incontro-dibattito di bioetica sul tema “Oltre il fine vita. La dignità del morire” che sarà proposto giovedì 27 febbraio alle 16,30 all’auditorium Carlo Pace di Comiso e venerdì 28 febbraio alle 19,30 all’auditorium Saro Digrandi dell’istituto Galileo Ferraris di Ragusa. Nel corso dell’anno scolastico, inoltre, si terranno degli incontri con i giovani delle scuole secondarie della diocesi sui temi del messaggio per la Giornata della vita.

Le iniziative si terranno con il patrocinio dell’Asp di Ragusa, dell’ufficio scolastico regionale per la Sicilia ambito territoriale di Ragusa e dell’Ordine dei medici, chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Ragusa.

Tags: , , , , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑