Vita Cristiana

Pubblicato il 9 Maggio 2014 | di Silvio Biazzo

Festa della Compatrona Madonna della Medaglia

E’ una tradizione che si rinnova da gran tempo nella nostra città, è il culto alla Madonna della Medaglia miracolosa , un appuntamento mariano che si estrinseca anche con la devota processione della Madonna lungo le principali vie del centro storico, poi visita all’Ospedale e benedizione agli ammalati.
Domenica 11 maggio dunque la processione esterna di Maria Santissima della Medaglia che, dopo la Santa Messa del pomeriggio, prenderà il via dalla Basilica Cattedrale per percorrere le principali vie del centro storico: coinvolto anche l’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute che ha predisposto una speciale accoglienza. Dalla Cattedrale, infatti, il simulacro arriverà in piazza ospedale Civile intorno alle 19,30, ad accogliere il simulacro i componenti della cappellania ospedaliera e i volontari dell’Avo. “All’arrivo in piazza – dice don Giorgio Occhipinti, direttore dell’Ufficio diocesano – ci sarà la benedizione di tutti i bambini con le loro mamme: in quella giornata, infatti, ricorre la festa della mamma. Tutti accoglieranno il simulacro con palloncini colorati che poi, dopo la benedizione, faranno volare”. A seguire, si terrà la benedizione degli ammalati e l’offerta floreale alla Madonna con una composizione a forma di cuore. Inoltre, sarà elevato il canto a Nostra Signora della Medaglia.
“ Medaglia miracolosa (o medaglia della Madonna delle Grazie, o medaglia dell’Immacolata) “ è il nome che la tradizione devozionale cattolica ha dato alla medaglia realizzata in seguito ai fatti del 1830 in rue du Bac,140 a Parigi, che ebbero per protagonista santa Caterina Labouré, novizia nel convento delle figlie della carità di San Vincenzo de’ Paoli, la quale riferì di aver avuto delle apparizioni della Madonna.:Gregorio XVI e Pio IX hanno fatto uso dell’effigie . Secondo quanto riferito da suor Labouré, questa medaglia sarebbe stata coniata dietro ordine esplicito della Madonna, dato durante la seconda apparizione (27 novembre 1830), come segno di amore, pegno di protezione e sorgente di grazie. Diffusa nella regione di Parigi durante l’epidemia di colera del 1832 dalle Figlie della Carità, la medaglia avrebbe dato luogo a parecchie, inspiegabili guarigioni. Nel febbraio 1834 è documentato l’appellativo popolare di miracolosa senza che, ancora, fosse noto il suo legame con le apparizioni di rue du Bac


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Amici

  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR