Attualità

Pubblicato il 26 Novembre 2014 | di Silvio Biazzo

0

Truffa da 43mila euro scoperta dalla Guardia di Finanza

Anche da defunta la madre continuava a “mantenere” la figlia, ma lo faceva a sua insaputa: se ne occupava di sua iniziativa proprio la figlia che ha continuato a percepire la pensione della madre, nonostante la donna, come su accennato, fosse morta ad aprile 2009.

La scoperta è stata fatta dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Ragusa: la donna, S. B. di anni 34, residente a Comiso, è stata denunciata per truffa ai danni dello Stato alla Procura della Repubblica di Ragusa.

In pratica la donna, munita di delega, riscuoteva la pensione di oltre 750 euro, che mensilmente veniva accreditata sul conto corrente bancario cointestato con la defunta, per un importo complessivo di circa 43 mila euro.

Le indagini hanno consentito di individuare le distinte di prelievo firmate dalla figlia della defunta, che sono state sottoposte a sequestro cautelativo, unitamente ai conto correnti bancari, tre autovetture e le carte di credito in uso alla stessa.

Tags: , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑