Attualità

Pubblicato il 9 Dicembre 2014 | di Silvio Biazzo

0

Da casa Museo a casa di Presepi, una magia ad Ibla

010Casa Appiano, una singolare sorpresa per il Natale: esposti Presepi d’arte d’altri tempi di mirabile fattura, tra questi uno della tradizione napoletana , una vera opera d’arte, ma ce ne sono altri altrettanto mirabili che degnamente si incastonano con l’ambientazione della casa.
Chi la visita è catapultato in una dimensione d’altri tempi, e si trova a Ragusa Ibla, perla del barocco siciliano, elevata al rango di Patrimonio mondiale dell’Umanità da parte dell’Unesco: la Casa Museo Appiano è una dimora affascinante, una dimora storica che racchiude al suo interno una quantità indescrivibile di oggetti d’antiquariato di inestimabile valore. Non è una… casa d’arte, ma una dimora privata che è aperta a visite guidate ed eventi esclusivi, è uno scrigno di colori, arazzi, mobili d’epoca, antichi quadri, pareti tappezzate con pregiate sete, lampadari, porcellane ed elementi decorativi, tramandati nel tempo dalla famiglia Appiano (casata nobile di origine i cui appartenenti si sono distinti nel corso dei secoli per il loro raffinato gusto nel collezionare opere d’arte).
La Casa, a più livelli, è composta da sei stanze arricchite da oltre 180 pezzi risalenti a far data dal XVIII fino alla fine del XIX: ed oggi ancora altre “aggiunte”, tanti presepi artistici che resteranno in esposizione permanente. Tra i diversi ambienti, spiccano la Sala della Musica, arredata da un prezioso pianoforte a coda affiancato da un grande divano blu stile Luigi XIV e l’incantevole Sala da Pranzo, finemente apparecchiata con piatti di porcellana di pregiata fattura inglese, bicchieri di cristallo di Murano, posate in argento adagiate sopra un tavolo in noce.
Proprietario , orgogliosissimo, e guida della casa museo è Salvatore Appiano, notissimo maestro di pianoforte ed organista di grande fama e bravura (una vera istituzione per il quartiere barocco di Ibla): nel 1963 gli fu riservato l’onore di esibirsi al Teatro Massimo di Palermo accanto ai celeberrimi ed indimenticabili artisti del calibro di Maria Callas e Mario del Monaco. Nascosta tra i vicoli stretti e caratteristici (ubicata al civico 67 di via Valverde) nelle immediate adiacenze del Giardino Ibleo, la Casa Museo Appiano è un appuntamento con l’arte da non disattendere, un luogo unico che trasmette un incanto straordinario, dove il tempo sembra essersi fermato.

Tags: , , ,


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑