Vita Cristiana

Pubblicato il 22 Ottobre 2015 | di Redazione

Conclusi i solenni festeggiamenti in onore di Sant’Antonio di Padova a Comiso

Si sono conclusi i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio di Padova, Patrono e Protettore della comunità parrocchiale omonima in Comiso. Un programma ricco di tanti appuntamenti liturgici, folkloristici ma anche ricreativi e sportivi. Quindici giorni intensi di festa iniziata sabato 26 settembre con la consueta raccolta alimentare della Caritas parrocchiale, fatta in tutti i supermercati del territorio della parrocchia stessa. Anche quest’anno infatti ha avuto successo e sono stati raccolti tantissimi generi alimentari  e non, che aiutano la Caritas per la distribuzione settimanale ai più bisognosi, che di giorno in giorno aumentano sempre più.

Dal 21 settembre al 18 ottobre invece la seconda edizione del calcio balilla umano, seguitissimo e riuscitissimo con decine di squadre iscritte. Altri tornei hanno arricchito il programma sportivo della festa, tra cui quello di ping pong e quello interparrocchiale di calcio a 5 no stop, disputato tutto in una notte tra il 26 e 27 settembre. Intensa è stata anche la settimana in preparazione della festa esterna dal punto di vista liturgico, dove ogni sera i vari gruppi parrocchiali hanno animato la Celebrazione Eucaristica.

Nella serata di giovedì 1 ottobre, la presenza a sorpresa  di Paolo Brosio per la Santa Messa vespertina, alla fine della quale il parroco, Mons Salvatore Burrafato, lo ha invitato a testimoniare la sua conversione avvenuta pochi anni fa. Venerdì 2, invece, si è svolta sul sagrato della chiesa, la commedia teatrale “il medico dei pazzi” a cura del gruppo teatrale dell’oratorio parrocchiale  e durante la quale non sono mancate le degustazioni di panini con salsiccia. Nella serata di sabato 3, lo spettacolo musicale di Gianni e Luca Valerio con gli Italian’s Band, la sagra delle ricotta calda e la fiera del dolce. Domenica 4, il clou dei festeggiamenti con in mattinata la tradizionale sfilata dei carretti siciliani e del corpo bandistico Kasmeneo per la raccolta del pane.

Durante la Celebrazione Eucaristica delle ore 11 la benedizione dei bambini che sono stati battezzati durante l’anno e l’affidamento al Santo protettore dei fanciulli. Nel pomeriggio la Santa Messa presieduta dal parroco Mons. Salvatore Burrafato e subito dopo la solenne processione, che quest’anno ha raggiunto anche la parrocchia vicina dei Santi Apostoli, dove è stata accolta dal parroco Don Salvatore Bertino e da tutta la comunità con un momento di preghiera. Prima del rientro della processione un grandioso spettacolo pirotecnico eseguito dalla ditta Zio Piro di Gianni Vaccalluzzo, l’esibizione del gruppo dei tamburi della città di Comiso e la distribuzione nel ricordo della carità di Sant’Antonio del pane a tutti i fedeli.

Domenica 11 a conclusione dei festeggiamenti, la terza edizione della festa dei nonni, organizzata dalla confraternita Sant’Antonio di Padova in collaborazione con l’associazione 50 e più, durante la quale sono stati premiati diversi nonni.

Con la celebrazione esterna della festa del Santo Patavino, la comunità parrocchiale, inizia l’anno sociale e gli appuntamenti con i vari gruppi dopo la pausa estiva.

Il pezzo è a cura di Giovanni Epaminonda la foto è di Sara Santoro

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑