Vita Cristiana

Pubblicato il 25 Maggio 2016 | di Redazione

Giubileo dei malati, dei diversamente abili e degli operatori sanitari

Dal 1° al 10 giugno e nella giornata del 12 giugno, si svolgerà il Giubileo dei malati, dei diversamente abili e degli operatori sanitari, organizzato dall’Ufficio per la Pastorale della Salute.

In particolare, dal 1° al 10 giugno sono previste “Le opere di misericordia corporali e spirituali nel mondo della cura” presso ospedali, R.S.A., case di riposo e di cura, mentre il 12 giugno, in collaborazione con la Congregazione delle Suore del Sacro Cuore, si svolgerà la conferenza dal tema “Le opere assistenziali della Beata Maria Schininà ieri e oggi per una rete territoriale a servizio delle fragilità”, presso il Salone dell’Istituto Educatorio Maschile di Ragusa, sito in Corso Italia n. 405.

Interverranno, quali relatori della conferenza, la dott.ssa Maria Concetta Noto, Vice Direttore dell’Ufficio per la Pastorale della Salute, e il dott. Antonio Lucenti, Dirigente Medico del Reparto Oncologia dell’Asp di Ragusa, nonché, quale moderatore, don Giorgio Occhipinti, Direttore dell’Ufficio per la Pastorale della Salute.

Nella giornata del 12 giugno si svolgeranno tre eventi: il Giubileo dei malati, dei diversamente abili e degli operatori sanitari, la ricorrenza liturgica della Beata Maria Schininà e il 25° anniversario di sacerdozio di don Giorgio Occhipinti che lo stesso ha deciso di anticipare, rispetto alla data effettiva del 24 giugno, per condividere insieme ai malati il ringraziamento al Signore per il dono del sacerdozio.

Le tre ricorrenze avranno inizio alle ore 17:00 in Piazza San Francesco D’Assisi, con l’accoglienza dei malati e dei diversamente abili delle Associazioni di Volontariato Sanitario e Parrocchiale degli Operatori Sanitari, cui seguirà un momento di preghiera presso la Casa Madre Beata Maria Schininà.

Alle 17:30 muoverà la processione verso la Cattedrale San Giovanni Battista dove è previsto, per le ore 18:30, il passaggio attraverso la Porta Santa.

La giornata si chiuderà con la solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E., mons. Carmelo Cuttitta, Vescovo di Ragusa.

+ Le parole di don Giorgio Occhipinti
12 Giugno 2016 GIUBILEO DEI MALATI, DEI DIVERSAMENTE ABILI E DEGLI OPERATORI SANITARI La nostra Chiesa diocesana sta vivendo la grazia del “Giubileo della misericordia” come momento prezioso per una revisione di vita e di fede, per ciascuno e per le nostre comunità cristiane, per rinnovarci ed essere trasformati e toccati dall’amore di Dio. Il processo di conversione e di rinnovamento sarà facilitato dal volgere continuamente lo sguardo a Colui che, incarnatosi nel grembo di Maria continua ad offrirsi all’umanità come sorgente di vita. E’ doveroso e bello allora far convenire dalle parrocchie, dalle case di riposo, dalle strutture, dalle associazioni, i malati, i diversamente abili e gli anziani perché anch’essi celebrino il “Giubileo del malato”. Si faccia ogni tipo di sforzo per uscire dalle proprie comunità perché possano i nostri fratelli infermi sentirsi soggetti attivi per incontrarsi, pregare, ascoltare, fraternizzare e vedere il volto di una Chiesa che si è resa sempre partecipe delle gioie e delle speranze, delle tristezze e delle angosce degli uomini di ogni tempo e ha costantemente accompagnato e sorretto l’umanità nella sua lotta contro il dolore e nel suo impegno per la promozione della salute. I malati attraverso la viva partecipazione al mistero pasquale, possono trasformare la loro sofferenza in un momento di grazia per sé e per gli altri, trovando nel dolore e nella malattia una vocazione ad amare di più, una chiamata a partecipare all’infinito amore di Dio per l’umanità. A tutti gli operatori sanitari e a coloro che sono al servizio dei malati e dei sofferenti, auguro di essere animati dallo spirito di Maria, Madre della Misericordia. La dolcezza del suo sguardo ci accompagni in questo Anno Santo, perché tutti possiamo riscoprire la gioia della tenerezza di Dio e portarla impressa nei nostri cuori e nei nostri gesti. Affidiamo all’intercessione della Vergine le ansie e le tribolazioni, insieme alle gioie e alle consolazioni, e rivolgiamo a lei la nostra preghiera, perché rivolga a noi i suoi occhi misericordiosi, specialmente nei momenti di dolore, e ci renda degni di contemplare oggi e per sempre il Volto della misericordia, il suo Figlio Gesù. Il segno della “porta” non ha nessun effetto magico, ma ci richiama a quel mistero d’amore che è il cuore di Dio, sempre aperto ad accogliere ogni suo figlio, da qualunque lontananza esso provenga. Un’accoglienza che siamo chiamati a vivere nella prossimità alle fragilità. Nella fragilità c’è però una porta di misericordia che siamo chiamati a riconoscere, quella delle nostre fragilità. Il Signore trasformerà ogni nostra ferita, ogni nostra sofferenza in feritoie di luce, attraverso cui ci raggiunge con la luce calda del suo amore. Solo l’amore ci può guarire. L’Ufficio per la Pastorale della Salute ha organizzato in preparazione al Giubileo dei malati, come da programma nella locandina in allegato, altri momenti di solidarietà con le varie forme di fragilità dal 1 al 10 giugno 2016 (Ospedali, R.S.A., Case di riposo e di cura) e una Conferenza il 10 giugno (in collaborazione con le Suore del Sacro Cuore) con tema quanto mai attuale sulle Opere di misericordia corporali e spirituali: ‘‘Le Opere assistenziali della beata Maria Schininà ieri e oggi per una rete territoriale a servizio delle fragilità”. Un’occasione per sensibilizzare il popolo di Dio e coinvolgere in maniera particolare la diocesi, le comunità cristiane per favorire l’impegno sempre più prezioso del volontariato e far meglio comprendere l’importanza dell’assistenza religiosa agli infermi da parte dei sacerdoti, nonché di quanti vivono e operano accanto a chi soffre. L’inserimento della ricorrenza liturgica della Beata Maria Schininà il 12 giugno con il Giubileo dei malati assume un significato profondo e un esempio attuale di servizio concreto. I Santi si fanno strada da soli, abbattono frontiere e steccati, per loro il criterio è sempre lo stesso: dove sono presenti povertà, fragilità e sofferenza, lì è presente Gesù da soccorrere e amare. Difatti essi continuano a vivere ed operare, spargendo fiori di carità, sia in quei gesti semplici di solidarietà del singolo, sia grazie a quanti scelgono di servire Cristo presente nel povero, nel malato, nel sofferente e nelle fragilità del nostro tempo. Ho scelto di inserire e anticipare il mio 25° Anniversario di Sacerdozio (24 giugno 1991 – 24 giugno 2016) il 12 giugno per condividere insieme ai malati, il ringraziamento al Signore per il dono del sacerdozio. La mia vocazione sacerdotale è nata in mezzo a tanti malati mentre svolgevo attività di volontariato… e da 25 anni svolgo servizio di Assistente Religioso Ospedaliero. Sono particolarmente invitati a partecipare al Giubileo dei malati: • tutti gli ammalati, i diversamente abili, gli anziani e i loro familiari; • gli operatori sanitari che a diverso titolo operano negli ospedali, nelle case di cura, nelle RSA, nelle Case di riposo (medici, infermieri, personale ausiliario…) • i volontari che svolgono un servizio nelle Strutture Sanitarie, nelle Associazioni, nelle Case di riposo e Gruppi che si occupano di ammalati e diversamente abili; • gli operatori pastorali impegnati in strutture sanitarie e nelle parrocchie: parroci e collaboratori, membri delle Cappellanie Ospedaliere (cappellani, religiose/i, diaconi, laici), Ministri Straordinari della Comunione Eucaristica. PROGRAMMA Piazza San Francesco D’Assisi – Ragusa Ore 17.00: Accoglienza dei malati e dei diversamente abili (a cura dei Volontari dell’UNITALSI Sottosezione di Ragusa, della Cappellania Ospedaliera e dei Volontari AVO). Saranno presenti gli Operatori Sanitari, le Associazioni di Volontariato sanitario e parrocchiale e i laici operanti nella Pastorale della Salute. Momento di Preghiera iniziale (Casa Madre Beata Maria Schininà) Ore 17.30 – Processione verso la Cattedrale San Giovanni Battista Ore 18.30 – Passaggio dalla Porta Santa Ore 19.30 – SOLENNE CELEBRAZIONE EUCARISTICA presieduta da S. E. MONS. CARMELO CUTTITTA – Vescovo di Ragusa Per l’occasione sarà possibile raggiungere direttamente la Cattedrale in macchina o con pulmini muniti di permesso (fornito dall’Ufficio per la Pastorale della Salute) per accompagnare gli ammalati e i diversamente abili. Per qualsiasi comunicazioni o chiarimenti contattarmi in tempo al numero di cellulare 333.2512634 Ragusa, 24 maggio 2016 Il Direttore Don Giorgio Occhipinti

 

 

 

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR