Vita Cristiana

Pubblicato il 4 Novembre 2016 | di Redazione

Un concerto di beneficenza per i popoli colpiti dal sisma

Un lungo e sentito applauso ha concluso un incontro di preghiera ed il concerto di beneficenza tenutosi martedì 1 Novembre 2016 alle ore 20.30 nella parrocchia di S. Maria Maddalena in Vittoria, retta da don Vito Intanno. L’iniziativa benefica ha coinvolto una ventina di giovani provenienti da varie parrocchie della città che hanno costituito un coro ad hoc, accompagnato dai Maestri Danilo Ferro (tastiera) e Michela Bonavita (violino) insieme alla giovanissima Viviana Casabene (violino). La direzione corale è stata affidata a Emanuele Battaglia.

L’organico è formato da: Maria Grazia Di Bona (coordinatrice), Gaetano Bruno (sceneggiatore), Giulia di Modica (guida); il coro: Clara Di Bona e Simone Gangarossa (voci bianche); Ilenia Terzo, Leandra Gangarossa, Marzia Tasca, Erica Ravalli (soprani); Maria Grazia Di Bona, Cristiana Virgadaula, Maria Giovanna Avarino, Monica Occhipinti (contralti); Angelo Avarino, Germano Missud, Angelo Musumarra, Fabio Alfè, Francesco Occhipinti, Rudy Pitrolo (tenori).

Un concerto per riaccendere la speranza, simboleggiata dalle tante candele che hanno illuminato la chiesa, gremita oltre misura; le mani alzate e unite nella preghiera per i popoli colpiti dal sisma; la lode corale a Cristo, invocato come my life; un’esperienza di solidarietà, di fede e di aggregazione: questo il messaggio lanciato dai giovani: uniti nell’amore si può cambiare il mondo!

“A seguito del terremoto che ha sconvolto l’Italia centrale – ha spiegato uno dei promotori, don Salvatore Mallemi – e che in questi giorni si è riproposto con nuova violenza, con un gruppo di giovani ci siamo chiesti: «Noi, che cosa possiamo fare?». Ne è scaturita la scelta di coinvolgere altri amici e di dare vita a questa iniziativa di beneficenza. Due gli elementi della serata: la preghiera e la musica. Il primo gesto di solidarietà che possiamo offrire ai nostri fratelli terremotati è la nostra preghiera per loro; l’altro, il nostro sostegno economico”.

Attraverso la presentazione di brani di autori contemporanei, il coro ha invitato i presenti alla preghiera e ad un gesto di generosità. Nel suo intervento don Giuseppe Di Corrado, citando i Vangeli, Origene, Sant’Agostino e Papa Francesco ha illustrato la natura e le modalità della preghiera cristiana e ha invitato a valorizzare il silenzio per lasciare pregare Cristo in noi ed aprire il cuore al prossimo con generosità e cuore distaccato dalle realtà mondane.

Con questa piccola iniziativa, quasi a conclusione dell’anno della misericordia, il coro dei giovani misericordes ha sollecitato ad amare con cuore generoso sicut Pater, attento ai più bisognosi. Un sentito grazie va quindi a tutti i coristi.


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR