Vita Cristiana

Pubblicato il 10 Febbraio 2017 | di Redazione

Alla scoperta del santuario di Gulfi

Il santuario Maria Santissima di Gulfi sorge ai piedi della città di Chiaramonte. L’epoca di edificazione, secondo gli storici locali, si può collocare tra il IV ed il VI secolo dopo Cristo, contemporaneamente ad altre cinque chiesette paleocristiane presenti nel luogo, di cui oggi rimangono pochissime tracce. La grotta dedicata alla Natività, collocata a sinistra dell’altare maggiore del santuario, sarebbe secondo gli storici locali, l’unico altare della primitiva chiesetta paleocristiana.

L’antico tempio era già intitolato alla Madonna, come si può desumere dalla sua originaria titolazione (S. Maria La Vetere) che la distingue dal duomo (S. Maria La Nova) che sorge nel centro storico di Chiaramonte. L’attuale aspetto, salvo pochi rimaneggiamenti, è frutto dell’intervento voluto tra il 1730 e il 1740. Tra il 1550 e il 1590 fu costruito a ridosso della chiesa un corpo laterale destinato al convento dei padri cappuccini (chiamati dalla comunità di Chiaramonte per curare il santuario) del quale le tracce, nell’annessa struttura, sono ancora notevoli.

Oggi, dopo alcune fasi di ristrutturazione è stata creata l’oasi Maria Santissima di Gulfi. Il convento del santuario ristrutturato negli ambienti e con una nuova suppellettile interna, si offre come valido e funzionale centro di accoglienza per tutti i pellegrini, i gruppi religiosi (adulti, giovani e ragazzi) che vogliono trovare un ambiente idoneo dove poter vivere un momento o giorni di intensa spiritualità. Il santuario si trova fuori dal centro abitato, gli ambienti sono lontani da rumori urbani ed offrono la possibilità di un grande silenzio. Gli spazi esterni ed interni permettono di differenziare i vari momenti della giornata di chi viene a vivere un ritiro, un campo scuola o un pellegrinaggio.

L’oasi Maria SS. di Gulfi dispone di 32 posti letto, a castello; due posti letto per sacerdoti o religiosi, nella canonica del santuario; una cucina attrezzata; un impianto di riscaldamento; una sala refettorio con 46 posti; una sala refettorio con 56 posti (si può consumare il pranzo a sacco o disporre a richiesta del servizio cucina con personale addetto); un saloncino per riunioni e conferenze con 80 posti a sedere e dotato di amplificazione, videoproiettore, tv satellitare, lettore dvd e presa per pc; un saloncino per gruppi di studio; il chiostro del convento; il giardino con prato inglese, a lato del santuario; il giardino sopra il santuario per la meditazione la preghiera personale (è presente un’artistica Via Crucis); un anfiteatro; un anfiteatro all’aperto di circa 400 posti. Le stanze, il saloncino per le riunioni e i refettori del convento sono dotati di rete WiFi libera. La chiesa del santuario, infine, dispone di circa 120 posti.

+ ORARI CELEBRAZIONI
Chiunque volesse visitare i locali e gli spazi del santuario per fare un sopralluogo conoscitivo di ciò che serve per le eventuali esigenze, può chiamare (telefono e fax) lo 0932.922246 o consultare il sito internet (www.santuariogulfi.it), o inviare una mail (info@santuariogulfi.it).

Tags: ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR