Società

Pubblicato il 10 Febbraio 2017 | di Maria Teresa Gallo

Scocca l’ora della differenziata, a Vittoria la rivoluzione-rifiuti

Anche Vittoria, ultimo tra i comuni iblei, parte con la raccolta differenziata. A Scoglitti s’inizierà dal 20 di questo mese, in città esattamente un mese dopo. Una rivoluzione mentale e culturale per un territorio che non spicca per decoro e pulizia. La modalità di raccolta sarà il porta a porta. La parola d’ordine dell’amministrazione Moscato è abituarsi da subito, non essendo previsti, neanche nella fase iniziale, contenitori per l’indifferenziata, come avviene invece in molte altre realtà. Questa scelta è stata ritenuta irrinunciabile, proprio perché si vuole che i cittadini si abituino da subito. In totale sono 23mila i kit che saranno distribuiti gratis a tutte le famiglie e le attività commerciali. Quelle domestiche comprenderanno il contenitore per l’umido, i sacchetti biodegradabili e il vademecum informativo, dove sono contenute tutte le informazioni su come dividere la spazzatura e i giorni di raccolta porta a porta. Solo per la prima consegna i cittadini potranno recarsi alla delegazione di piazza sorelle Arduino a Scoglitti e all’Emaia a Vittoria. Dopo di che il ritiro dei sacchetti avverrà negli uffici della sede dell’azienda che gestisce il servizio, in via del Tennis, lungo la strada Scoglitti-Vittoria, dove un tempo c’erano gli uffici dell’Amiu.

differenziata 2Il vademecum informativo, comprensivo del calendario per i giorni di conferimento, sarà fornito solo la prima volta. I rifiuti dovranno essere suddivisi per tipologia: organico, secco non riciclabile, carta e cartone, vetro e multi-materiali. Gli esempi specifici su come comportarsi sono riportati nel vademecum informativo. In caso di dubbi, basta comunque rivolgersi al numero verde 800642569. Tutti gli altri tipi di rifiuti che non rientrano in queste tipologie potranno essere ritirati a domicilio con una semplice telefonata alla ditta che gestisce il servizio o conferiti al centro comunale di raccolta.

I sacchetti dei rifiuti dovranno essere lasciati fuori, davanti alle proprie abitazioni, già dalla sera precedente la raccolta e i sacchetti dovranno essere accuratamente chiusi anche per evitare che possano attirare i tanti branchi di cani randagi che infestano il territorio. Il regolamento prevede che sarà proibito finanche buttare le cicche delle sigarette a terra. Per chi non rispetta scrupolosamente le prescrizioni, sono previste multe per un massimo di 500 euro che possono arrivare a duemila per le imprese edili che abbandonano inerti in un luogo diverso dall’apposita discarica.

Qualche preoccupazione si registra tra le utenze commerciali, perché non tutti dispongono di spazi all’aria aperta dove collocare i contenitori né possono essere messi sui marciapiedi. All’assessore all’ecologia Paolo Nicastro bisogna intanto riconoscere il merito di essere riuscito in pochi mesi dove altri hanno fallito. Per capire i risultati ci vorrà tempo. L’impegno è che non ci saranno aumenti nella tassa sulla spazzatura e che, una volta che la differenziata decollerà, ci dovrebbero essere anche possibilità di risparmio per chi rispetterà le disposizioni.

La regola è chiara: solo chi riuscirà a produrre meno spazzatura si vedrà ridurre la tassa. E siccome ogni sacchetto è dotato di un codice, non sono ammesse furbate da parte di chi pensa di lasciare la spazzatura magari davanti all’abitazione dei vicini. Anche perché gli operatori ecologici hanno il compito di segnalare il ripetersi di casi di abitazioni che non conferiscono.

Tags: ,


Autore

Maria Teresa Gallo

Docente di italiano e storia e giornalista pubblicista, amante dello sport.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑
  • Follow by Email
    Facebook
    YouTube
    Instagram
  • Sostenitori

  • RSS Ultime dal SIR