Cultura

Pubblicato il 8 gennaio 2018 | di Redazione

0

Si insedia il Comitato Scientifico della Biblioteca Diocesana

Si è insediato martedì scorso il Comitato Scientifico della Biblioteca Diocesana “Mons. Francesco Pennisi” di Ragusa diretta da don Giuseppe Di Corrado.

L’organismo consultivo, il cui scopo è quello di promuovere l’accrescimento culturale e la ricerca scientifico-divulgativa all’interno dell’Istituzione bibliotecaria, si prefissa di coadiuvare, sostenere e proporre iniziative e attività che abbiano come centro di propulsione la Biblioteca vescovile in quanto luogo del sapere aperto a tutti, oltre che il suo inestimabile patrimonio librario e documentale composto, al di là di una specializzata sezione teologica, anche da un ricchissimo Fondo Antico e da una cospicua emeroteca.

La prima convocazione ha definito il taglio e le modalità attraverso i quali prenderanno vita gli eventi promossi dalla Biblioteca Diocesana, presto calendarizzati in un unico programma.

Il Comitato, il cui numero è fissato ad otto membri, è costituito, oltre che dal direttore dott. Di Corrado, dal prof. Giorgio Flaccavento, dal dott. Renato Meli, dal dott. Saro Distefano, da Mons. Salvatore Burrafato, dalla dott.ssa Sandra Guastella, dal dott. Gianluca Vindigni e dal dott. Stefano Vaccaro. La segreteria è affidata alla Sig.ra Mariuccia Dimartino.

Ricordiamo che nell’ambito dell’ampio cartellone sulle iniziative dell’anniversario del terremoto, la Diocesi promuove un convegno che si terrà il giorno dopo, venerdì 12 alle ore 17, presso la Biblioteca Diocesana, dal titolo “Dal terremotu ranni alla rinascenza barocca, storie di arti, riti e devozione” con gli interventi del prof. Giorgio Flaccavento, del prof. Alfredo Campo e della dott.ssa Marcella Burderi. Modera il dott. Stefano Vaccaro e il convegno sarà aperto dai saluti del Vescovo Carmelo e del direttore della Biblioteca don Giuseppe Di Corrado.

Tags: , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑