Blog

Pubblicato il 5 giugno 2018 | di Redazione

0

” Sguardi dell’Alto Egitto “, mostra fotografica al Centro Studi “Feliciano Rossitto”

Giovedì 7 giugno, alle ore 19.00, presso il Centro Studi “Feliciano Rossitto” si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica ” Sguardi dell’Alto Egitto “, a cura del professore Giovanni Canova dell’Università di Napoli “L’Orientale”.

L’evento apre le attività della Interim Conference of the International Society for Folk Narrative Research (ISFNR) che si terrà a Ragusa dal 12 al 16 giugno nell’ambito della “FOLK NARRATIVE IN REGIONS OF INTENSIVE CULTURAL EXCHANGE” organizzata dalla Struttura Didattica Speciale di Lingue e Letterature straniere di Ragusa e il Department of Human Sciences (DISUM) Università di Catania.

L’iniziativa è resa possibile grazie alla sinergica collaborazione del Centro Studi “Feliciano Rossitto” di Ragusa con Università degli Studi di Catania e ISFNR

 

+ La Mostra
Nella mostra è proposta una selezione di immagini relative alla vita tradizionale nel Sud dell’Egitto, frutto di una ricerca sul terreno tra il 1978 e il 1982. L’obiettivo principale era quello di documentare il patrimonio narrativo della regione, con particolare attenzione alle gesta epiche dei cavalieri della tribù dei Banu Hilal. L’incontro con i poeti e i musicisti ha reso possibile la partecipazione a numerosi momenti di festa (matrimoni, circoncisioni, anniversari dei santi, pellegrinaggi) in varie località dell’Alto Egitto. Registrazioni audio, film in Super/8 e migliaia di fotografie rappresentano gli esiti tangibili di questo percorso, che ha portato alla pubblicazione di diversi saggi, del disco fonografico Egitto 1: epica (1980, collana “I Suoni”), del documentario La tradizione nell’Alto Egitto (Venezia 1981), riedito al Cairo dal Makan, Egyptian Center for Culture & Arts, 2015. L’estensione della ricerca dall’epica agli aspetti socio-culturali della regione rientrava in una prospettiva metodologica caldeggiata dall’etnomusicologo Diego Carpitella, il quale non mancava di sottolineare l’importanza della “fonosfera” anche per la comprensione di un’espressione artistica così peculiare quale il canto epico. Un esempio significativo è l’accostamento compiuto dal poetacantore, che per evocare il gemito dei cavalieri feriti usa l’immagine della ruota dentata impiegata per sollevare l’acqua (saqiya) e del suo lugubre cigolio. Nell’ambito religioso è stato possibile reperire canti e leggende sui santi musulmani e copti. Anche la narrazione di fiabe nel corso delle veglie serali trascorse nelle famiglie ha consentito di cogliere la ricchezza del patrimonio favolistico e l’abilità dei narratori. Molte pratiche di lavoro e consuetudini sociali sono ormai scomparse o radicalmente trasformate. Questo accresce l’importanza della documentazione raccolta, come pure la nostra percezione di aver vissuto un’esperienza indimenticabile.
Centro Studi “Feliciano Rossitto” di Ragusa – Via Ettore Majorana, n. 5 (angolo Via Giorgio La Pira) – 97100 – Ragusa (Rg) – Tel. 0932/246.583 – Fax 0932/651.773 – Email: info@centrostudifelicianorossitto.it – Web-site: www.centrostudifelicianorossitto.it

 

 

Tags: , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other