Blog

Pubblicato il 22 Novembre 2018 | di Silvio Biazzo

0

 Il Giovanni Paolo II° è pienamente operativo

Finalmente si tocca con mano la piena operatività del nuovo ospedale.  La Direzione Strategica dell’Asp di Ragusa, con  giustificato orgoglio ,   comunica che adesso si può “decretare” il definitivo  completato  trasferimento delle strutture di ricovero e cura insistenti nel presidio ospedaliero “Civile” di Ragusa, il tutto  presso il nuovo nosocomio “Giovanni Paolo II” sito in Ragusa, c/da Cisternazzi.

Il  Pronto Soccorso dell’ospedale Civile  – cuore pulsante di ogni struttura sanitaria –  da martedì 20 novembre 2018 è attivo nel nuovo ospedale. Doverosa una importante precisazione : durante l’operazione di trasferimento  non si è  verificata nessuna interruzione di servizio  in quanto  un medico ed un infermiere hanno assicurato la loro presenza presso il pronto Soccorso dell’ospedale “Civile”, fino  a quando l’ultima apparecchiatura medica non è stata spostata nella nuova sede, questo per garantire la continuità assistenziale e di soccorso agli eventuali cittadini che potevano  avere bisogno di cure durante le ore in cui si è effettuato il trasloco.

Inoltre,  presso i vecchi locali del Pronto Soccorso siti nell’ospedale “Civile” di Ragusa, verrà garantito un servizio continuativo per le piccole urgenze, da parte del Servizio di Guardia Medica e Punto di Primo Intervento.

Il nuovo nosocomio  dispone di 220 posti letto, ospita i reparti di astanteria, rianimazione, medicina, chirurgia generale, ortopedia, urologia, cardiologia con Utic e emodinamica, ostetricia e ginecologia, neonatologia, pediatria. E ancora, radiologia, patologia clinica, farmacia, direzione sanitaria e amministrativa, medicina nucleare. All’ospedale M. Paternò Arezzo rimarranno il polo oncologico, la riabilitazione e altri servizi non coinvolti nel trasferimento al Giovanni Paolo II°.

Ed in tema di sanità  registriamo il cambio della guardia al vertice dell’Asp provinciale con il saluto del Sindaco Cassì: Non posso a nome dell’Amministrazione comunale e dell’intera comunità ragusana non essere riconoscente per il minuzioso e puntuale lavoro svolto nell’ambito della sanità iblea, al commissario straordinario dell’ASP Salvatore Lucio Ficarra che nei prossimi giorni lascerà Ragusa per andare  a ricoprire il nuovo ruolo di manager dell’ASP di Siracusa su decisione del governo regionale”.

A dichiararlo è il sindaco Peppe Cassi che aggiunge:  “Grazie all’attività incessante portata avanti dal dott. Ficarra si è riusciti anche a raggiungere l’importante traguardo dell’apertura del nuovo Ospedale Giovanni Paolo II di contrada Cisternazzi  Contestualmente – aggiunge il primo cittadino – rivolgo il saluto di benvenuto e gli auguri di buon lavoro  al dott. Angelo Aliquò recentemente nominato nuovo manager dell’ASP di Ragusa. Per lo stesso si tratta di un ritorno in terrà iblea avendo già guidato l’ASP di Ragusa per due anni. Sono certo che saprà portare avanti nuovi progetti di crescita per un settore così delicato come quello della sanità”.  

L’Asp infine  comunica che  gli spazi lasciati all’ospedale Civile saranno occupati  in maniera più funzionale e saranno a servizio dei cittadini . Infatti, sin da oggi, la Guardia Medica di Ragusa, attualmente ubicata in piazza Igea, 3, è stata  trasferita presso i locali dell’ex Pronto Soccorso dell’ospedale Civile, piano terra, entrando a destra stanza n. 19. Il numero di telefono è 0932600291. Inoltre il PPI – Punto di Pronto Intervento –  viene  trasferito, con l’ambulatorio dei Codici bianchi, sempre al piano terra, ex Sala di Emergenza del Pronto Soccorso ospedale Civile. Telefono 0932600228.

Tags:


Autore

Silvio Biazzo

Giornalista Pubblicista dal 1980 , ha collaborato con Radio Insieme, Avvenire, Giornale di Sicilia e Gazzetta del Sud e tv locali, diploma di Maturità Classica, studi universitari in Giurisprudenza , dal 1993 insignito della Onorificenza di Cavaliere dell’ O.M.R.I.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑