Vita Cristiana

Pubblicato il 29 Gennaio 2019 | di Redazione

Eccomi! Signore, sono pronta a seguirti

Sabato 5 Gennaio, solennità dell’Epifania del Signore, durante la messa vespertina, Delizia Rita Bombace ha detto il suo “SI” per sempre a Cristo. La celebrazione ha avuto luogo nella chiesa Cattedrale “San Giovanni Battista” di Ragusa e ha visto la partecipazione di numerosi fedeli, dalle sue sorelle dell’Ordo Virginum, al clero diocesano, dalle religiose dei diversi conventi della diocesi, ai diaconi e ai seminaristi.

Una scelta nata dal desiderio e dalla voglia di porsi con cuore indiviso alla sequela di Cristo, al servizio del Regno di Dio e dei fratelli; e maturata nel confronto costante con la Parola di Dio, con il padre spirituale e con il Vescovo.

L’Azione Cattolica, le attività di catechismo e ministranti presso la chiesa madre “Santa Maria delle Stelle” di Comiso, il servizio di Ministro straordinario dell’Eucaristia e l’insegnamento della Religione Cattolica l’hanno portata ad una maggiore coscienza dell’unione intima e sponsale con Cristo.

Come afferma la Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica nell’istruzione “Ecclesiae Sponsae Imago” «le donne in cui lo Spirito suscita il carisma della verginità (Mt 19, 11-12) ricevono la grazia di una particolare vocazione, con cui Dio Padre le attrae al cuore dell’alleanza nuziale (Ap 19, 7-9) che nel suo eterno disegno di amore ha voluto stabilire con l’umanità e che si è compiuta nell’Incarnazione e nella Pasqua del Figlio. […] La consacrazione stabilisce uno speciale rapporto di comunione con la Chiesa particolare e universale, definito da un peculiare vincolo, che determina l’acquisizione di un nuovo stato di vita e le introduce nell’Ordo Virginum. La configurazione istituzionale e la cura pastorale di questa forma di vita hanno quindi come mediazione necessaria il ministero del Vescovo diocesano o, in una Chiesa particolare assimilata alla Diocesi, il ministero del Pastore che la presiede, in comunione con il Successore di Pietro».

Con questa chiara consapevolezza, Delizia si è presentata con umiltà dinnanzi al Vescovo e a Dio pronta a servirlo nella carità verso i poveri, nella cura degli infermi, nell’aiuto agli anziani, nella consolazione delle vedove e degli afflitti, nell’amore verso i fanciulli e ogni singolo fratello.

Con l’augurio di un cammino verso la santità, speriamo e preghiamo che la sua scelta di vita sia testimonianza di numerose vocazioni religiose, sacerdotali e laiche.

Valentina Di Natale


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑