Vita Cristiana

Pubblicato il 2 Febbraio 2019 | di Redazione

0

Il fascino della chiamata al sacerdozio: nove ragazzi da accompagnare

La festa del Natale che abbiamo celebrato da qualche settimana ci ha aiutato a mettere in luce la grande solidarietà di Dio nei confronti di tutta l’umanità. Dio è così “insistente” per il bene che prova per noi che ha voluto solidarizzare mandandoci il Suo Figlio.

Mi piace vedere questa “insistenza” di Dio, nell’ottica dell’Amore, come la stessa “insistenza” che siamo chiamati ad avere nella preghiera al fine di chiedere il dono di vocazioni alla vita presbiterale sentendoci così responsabilizzati a domandare, in una visione di amore per la Chiesa, che il Signore susciti nel cuore dei nostri giovani il desiderio della vita presbiterale.

Attualmente, abbiamo sette ragazzi al seminario e due ragazzi in discernimento vocazionale al propedeutico. Queste vocazioni sono il frutto di quella “insistenza” cui facevo riferimento prima; infatti, i nostri ragazzi vivono sotto la spinta propulsiva della perseveranza attraverso la quale giungono alla scoperta dei segni di Dio nella propria vita. Senza questa perseveranza, il discernimento vocazionale perde di vitalità con il rischio che il tutto si riduca ad un “fare” determinate esperienze o un raggiungere determinate “tappe”.

Per grazia di Dio, il seminario di Ragusa può contare sulla presenza di ben dieci ragazzi che si stanno preparando al ministero presbiterale: lo scorso 6 gennaio, il vescovo, monsignor Carmelo Cuttitta, ha istituito accolito il giovane Vincenzo Guastella, oggi al quinto anno di seminario, appartenente alla comunità parrocchiale di San Giuseppe Artigiano in Ragusa e svolge il suo servizio presso la parrocchia Sacro Cuore in Ragusa.

Al secondo anno di seminario abbiamo Mario Modica, appartenente alla parrocchia Maria SS. Annunziata di Comiso, mentre al primo anno ben cinque ragazzi: Gianmarco Barrano, della parrocchia Sacro Cuore di Gesù in Vittoria, Francesco Barone, della parrocchia San Giovanni Battista in Santa Croce Camerina, Giuseppe Cascone, della parrocchia San Pier Giuliano Eymard in Ragusa, Luca Roccaro della parrocchia San Domenico Savio in Vittoria e Marco Scalone della parrocchia San Giorgio in Ragusa.

Infine, il Signore ci ha fatto dono di due ragazzi che stanno chiedendo alla Chiesa di compiere un profondo discernimento in vista della loro ammissione in seminario: Alessio Leggio della parrocchia SS. Ecce Homo in Ragusa e Maicol Recchia della parrocchia cattedrale San Giovanni Battista. Vi chiedo, pertanto, di ricordarvi di loro nelle vostre preghiere perché così possano sempre sentirsi amati ed accompagnati dalla Chiesa di Ragusa che per loro nutre un affetto particolare e sincero.

Desidero, inoltre, ringraziare tutti coloro che accompagnano i nostri ragazzi con il loro affetto, la loro amicizia e con il sostegno economico, contribuendo alle spese che la formazione al ministero presbiterale comporta.

Maurizio Di Maria

 

 

Tags: , , ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑