Vita Cristiana

Pubblicato il 11 Febbraio 2019 | di Redazione

0

Esercizi spirituali del presbiterio diocesano

Proprio agli inizi di questo 2019, la Commissione diocesana per la Formazione permanente del clero ha offerto ai sacerdoti la possibilità di partecipare agli Esercizi spirituali, dal 21 al 25 gennaio u.s.

Si sono tenuti presso Villa Sturzo in Caltagirone e sono stati guidati da Mons. Antonio Pitta, noto biblista e Pro-Rettore della Pontificia Università Lateranense. Trenta i sacerdoti partecipanti, insieme con il vescovo Mons. Carmelo Cuttitta.

Da ottima guida spirituale e illustre specialista di S. Paolo, con le sue meditazioni Mons. Pitta ci ha riportati alla sorgente della vocazione e del nostro ministero pastorale, dialogando sul tema: Rivestirsi di Cristo nel ministero. La Chiesa nell’evangelo di Paolo.

Inoltre, introducendo il clima degli Esercizi, egli ha raccomandato vivamente il silenzio, l’ascolto orante della Parola di Dio e soprattutto la ricerca della conformazione a Cristo: sono i pilastri portanti di un presbiterio che riscopre la peculiarità della chiamata del Signore.

Ricchissimo il panorama teologico paolino sul quale don Pitta ha intessuto le sue splendide meditazioni: dall’ecclesiologia del “Corpo” e dell’ “Agàpe”, della Prima Lettera ai Corinti alle solide direttrici cristologiche dell’ “Imitazione” e della “Conformazione” a Cristo, della Lettera ai Romani; dalla dignità ricevuta dallo Spirito Santo di esercitare il sacro ministero, della Seconda Lettera ai Corinti all’esempio sommo di Paolo di assumere in sé, in tutto e per tutto, la medesima umiltà e obbedienza di Cristo, della Lettera ai Filippesi.

Uno speciale focus sulla Lettera agli Efesini, particolarmente sul ruolo dei sacramenti nell’edificazione della Chiesa, ha aperto le vaste prospettive delle conclusioni che, ovviamente, ogni presbitero dovrà calare nella sua vita personale e nell’esercizio del proprio ministero.

Gli Esercizi spirituali si rivelano ogni anno un momento di intensa preghiera e gioiosa fraternità fra i sacerdoti. Le varie giornate, infatti, erano scandite dall’immancabile richiamo della salmodia cantata, dell’Adorazione e della Celebrazione eucaristica, del silenzio personale e orante; tuttavia, la sera dopo cena ci si intratteneva, spesso insieme col Vescovo, a confrontarci su qualcuna delle tematiche affrontate oppure sui tanti argomenti pastorali di cui è intrisa la vita del presbitero.

Ogni anno non possono mancare gli Esercizi spirituali! Se il chiamato da Cristo vuole portare solidi frutti nel suo ministero pastorale, non deve mai farsi mancare questa ricca e vigorosa esperienza spirituale, appuntamento imprescindibile con Cristo e col presbiterio.

Giuseppe Di Corrado

 

 

Tags: ,


Autore

Redazione

"Insieme" esce col n° 0 l'8 dicembre del 1984. Da allora la redazione è stata la "casa di formazione" per tanti giovani che hanno collaborato con passione ed impegno.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna Su ↑